Sgarbi voleva Baldassarre Castiglione, ma avrà il Giro d’Italia Under 23. E il Comune? Paga 120mila euro!

gambini e sgarbi 2' di lettura 27/01/2020 - Sgarbi ha convocato una clamorosa conferenza stampa, il giorno 25 gennaio, nella quale si dovevano presentare le iniziative del comune per i cinquecento anni dalla morte di Raffaello.

Il clou delle iniziative culturali, dice l’Assessore al Turismo De Crescentini, è la mostra proposta da Sgarbi su “Raffaello e Baldassarre Castiglione” caratteristica sublime, necessaria, obbligatoria secondo Sgarbi l’arrivo dal Louvre in Urbino del quadro di Raffaello che, appunto, ritrae Baldassarre Castiglione. Ma il necessario è diventato impossibile e l’insostituibile no! perché invece di un quadro, che avrebbe provocato un grande successo di critica e di pubblico, arriva il giro d’Italia under 23. Ma che c’entra Raffaello? C’entra, c’entra, infatti i giovani corridori “nella cornice” … della maglia avranno stampato un simbolo del grande pittore urbinate.

Il giro costerà al Comune la somma di 120mila euro. Tale cifra andrà ad aggiungersi agli altri 870 mila euro,per i festeggiamenti si sfiorerà il milione di euro! Ma, viceversa, all’ideatore Sgarbi non è costato nulla stupire e preoccupare l’uditorio con annunci di promesse non realizzate! Perché ad ogni annuncio non hanno fatto seguito i dati temporali di un evento “sgarbaniamente“ importantissimo ma privo, nelle parole del professore di Ferrara, di quali dovrebbero essere, a 4 mesi, dall’apertura della mostra i prestiti delle tele e antichi documenti nei quali dovrebbe leggersi, fra l’altro, il nome “Calandria”, commedia scritta dal Cardinale Bernardo Dovizi da Bibbiena, con prefazione di Baldassarre Castiglione e attenti!, attenti! Con probabile messa in scena, non si sa quando e “non si sa come” da Pierluigi Pizzi o Luca Barbareschi. Quanto detto è solo una piccola parte degli stupori e delle meraviglie, mal credute, del pubblico e da alcuni intenditori della materia. Purtroppo, stando alla conferenza stampa, il Comune brancola nel buio. Assessore alla cultura cercasi.

“I Moderati per Urbino” invitano il sindaco Gambini a nominare un Assessore per la Cultura nella speranza che queste gravi mancanze dell’amministrazione possano essere colmate. Infine, Sgarbi ha voluto dare a Raffaello il titolo “nobiliare” di “tutta gnocca e pittura” il titolo ha suscitato lo sghignazzo consenziente della Foschi e della Scalbi ma, chi non rideva era Mechelli perché pare che farà piangere la maggioranza.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-01-2020 alle 18:42 sul giornale del 27 gennaio 2020 - 1281 letture

In questo articolo si parla di urbino, politica, vittorio sgarbi, Maurizio gambini, Giro d'Italia Under 23, raffaello 2020, i moderati per urbino, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bfAq





logoEV