Lega Acqualagna: "Necessario potenziare l'asse viario dell'entroterra"

zanchetti acqualagna 2' di lettura 28/05/2020 - Torna a farsi sentire il gruppo della Lega di Acqualagna con i suoi tre esponenti, i due consiglieri di minoranza Diego Zanchetti e Mattia Cipicchia e l'avv. Pietro Barzotti.

"Il coronavirus ha fornito diversi spunti di riflessione in merito alle esigenze relative all'entroterra della provincia di Pesaro e Urbino - affermano i tre -. La pandemia ha fatto emergere criticità e punti di debolezza dei servizi pubblici dedicati alle nostre comunità, in particolare per quanto concerne la sanità. Vogliamo rimarcare, ancora una volta, tutte le nostre perplessità per le scelte adottate dalla Regione Marche in questi anni che hanno condotto allo smantellamento, già operato, degli ospedali di polo in favore di ospedali unici, megastrutture queste ancora tutte da costruire. Onde evitare l'emigrazione di massa dalle aree interne verso la costa, è necessario potenziare l'asse viario che collega alla città di Gubbio, spesso proposto e mai realizzato ed altresì il compimento definitivo della E78 (Fano - Grosseto)."

"Solamente la creazione di una rete di collegamenti rapidi ed efficienti potrà permettere il miglioramento del sistema sanitario, del lavoro, del turismo e di ogni sorta di iniziativa volta a migliorare lo stile di vita di noi cittadini. I trasporti, che da sempre ci hanno penalizzato a causa della presenza di percorsi poco agevoli e con scarsa manutenzione, dovranno necessariamente fare da trampolino di lancio per il nostro futuro. Futuro che ci si augura possa essere sempre più ricco di prospettive per tutti. Non possiamo più permetterci il lusso di attendere le lungaggini di una politica distratta e intenta, da sempre, a fare altro."

"Noi della Lega per Salvini premier abbiamo già assunto l'impegno di porre all'attenzione di tutte le amministrazioni locali e alla giunta regionale il problema onde evitare di perdere ulteriormente tempo prezioso. Lo sforzo però, nei prossimi tempi, dovrà essere unanime e coinvolgere imprese, partite iva, associazioni e cittadini, senza distinzione alcuna."

"Crescere ormai non è più esclusivamente un dovere ma una vera e propria questione di sopravvivenza. L'obiettivo infatti è sicuramente ambizioso ma realizzarlo è diventato un'esigenza irrinunciabile".






Questo è un articolo pubblicato il 28-05-2020 alle 14:13 sul giornale del 28 maggio 2020 - 189 letture

In questo articolo si parla di politica, acqualagna, lega, articolo, Simone Giacomucci, lega acqualagna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bmEV





logoEV