Riqualificato il Bocciodromo di Fermignano, rimosso l’amianto, struttura più sicura e senza barriere architettoniche

Riqualificato il Bocciodromo di Fermignano, rimosso l’amianto, struttura più sicura e senza barriere architettoniche 3' di lettura 13/07/2020 - Fermignano un paese sempre più sportivo. Si amplia e migliora la “Cittadella dello sport” e in attesa dell’inaugurazione del Pala Bivio, ieri pomeriggio, è stato il turno del Bocciodromo. La struttura è stata oggetto di interventi di migliorie per garantire confort e sicurezza agli sportivi che vi accedono.

Questa è la terza importante inaugurazione del comparto sportivo per il 2020. Centottantamila euro di lavori finanziati per 75 mila euro dalla Regione Marche. Presenti alla cerimonia il presidente Luca Ceriscioli, il vice presidente del Consiglio regionale Renato Claudio Minardi ed il presidente del Coni regionale Fabio Luna.

“Dopo oltre un anno dall’inizio dei lavori finalmente abbiamo una struttura sicura che mancava da 15 anni e accessibile a tutti. Dopo averlo dotato di un tetto fotovoltaico e di tutti i sistemi di sicurezza in autunno si attiverà un altro step che riguarderà l’esterno. Lo sport, come si può capire, per la nostra amministrazione è una priorità perché garantisce benessere ai cittadini di oggi e a quelli del futuro”, illustra il sindaco Emanuele Feduzi.

“Non poteva essere scelto giorno migliore per poter inaugurare la rinnovata struttura della Bocciofila Fermignanese, se non in occasione del Torneo Itinerante Under 12 e 15 - spiega l’assessore allo sport Fiorella Paolini -. Una festa per i giovani atleti ma anche un giorno pieno di significato per i nostri fermignanesi appassionati al gioco delle bocce che finalmente potranno praticarlo in sicurezza e nel rispetto di tutte le norme.

Una delle tante criticità in cui versava la struttura era il tetto in amianto, siamo nel 2020 e questa cosa è intollerabile. Non è accettabile che nessuno prima di noi non si sia accorto della sua presenza eppure il tetto era lì dal 1980. Un grazie al presidente Filippo Regini, ai consiglieri e ai per la pazienza nel sopportare il prolungarsi dei lavori”.

“Un bellissimo investimento fatto dal Comune di Fermignano dentro un bando complessivo di 6 milioni di euro che la Regione ha programmato per l’intero territorio e oltre 200 opere - ha spiegato il presidente Luca Ceriscioli -. Questo impianto è un intervento ben riuscito, una lavoro fatto insieme per un’opera di grandissimo valore. Il Comune di Fermignano si sta distinguendo perché ha avuto la capacità di prendere molti di questi fondi”.

“La Regione Marche ha investito importanti risorse sullo sport per quanto riguarda eventi e strutture. Avere delle strutture accessibili e sicure è importante perché lo sport forma la società del domani. L’Amministrazione comunale di Fermignano è stata in prima linea nel progettare e nel reperire risorse. Chi sta sul pezzo porta a casa i risultati”, ha detto Renato Claudio Minardi, vice presidente del Consiglio regionale.

“Un impianto sportivo riqualificato per la sensibilità dell’Amministrazione e grazie ai fondi della Regione con un bando uscito circa 3 anni fa. Un momento di gioia per noi vedere quando si investe in impianti sportivi e far crescere i nostri ragazzi in sicurezza. Un grazie da parte del Comitato olimpico”, il commento del presidente del Coni regionale Fabio Luna.

Soddisfatto anche il presidente della bocciofila fermignanese Filippo Regini: “Siamo propensi a ripartire, abbiamo già pronte delle gare. Siamo felici oggi di aver ricominciato”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-07-2020 alle 08:11 sul giornale del 13 luglio 2020 - 460 letture

In questo articolo si parla di attualità, amianto, sport, fermignano, bocciodromo, riqualificazione, comune di fermignano, comunicato stampa, bocciodromo di fermignano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bqtW





logoEV