Biodigestore, Londei (Urbino Capoluogo): "Gambini offende una libera scelta dei cittadini di Canavaccio"

1' di lettura 27/10/2020 - Giorgio Londei come Presidente di Urbino-Capoluogo non riesce a comprendere la pervicacia del Sindaco Gambini nel tornare, sempre, sulla mancata realizzazione del Biodigestore a Canavaccio, Comune di Urbino e non Calmazzo Comune di Fossombrone.

"Tale affermazione è un falso da parte del Sindaco. Veramente sorprendente rinfacciare ai cittadini di Canavaccio e non solo - una libera scelta di non intaccare una area bellissima e inserita tra il Furlo e le Cesane aree, come è noto, protette.

Ho personalmente espresso la mia contrarietà nella pubblica assemblea da lui convocata a Canavaccio in maniera democratica e civile.

Non si possono, poi, offendere i numerosissimi cittadini, ben oltre i 1000, che hanno raccolto firme su un documento che spiegava la netta contrarietà all'insediamento.

La gente non si fidava e non si fida di assicurazioni scientifiche, peraltro tutte da dimostrare.

Infine caro Sindaco non dire che il mancato insediamento è colpa della vecchia politica, sono stati i giovani, ragazze e ragazzi, a condurre la battaglia e a raccogliere le firme al di fuori di schieramenti politici, quindi, di "vecchio" ci sono solo le tue insistenze, cambia pagina e parla di altro
".

Al comunicato si sono associati i Consiglieri comunali Federico Cangini e Luca Londei.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-10-2020 alle 16:46 sul giornale del 27 ottobre 2020 - 290 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, canavaccio, biodigestore, Maurizio gambini, associazione urbino capoluogo, comunicato stampa, biodigestore canavaccio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bzVA





logoEV