Sanità, PD Pesaro-Urbino: "Tenere ospedale nuovo e investimenti sulla sanità del territorio"

sanità| 5' di lettura 12/11/2020 - La Federazione provinciale del PD di Pesaro e Urbino di fronte alla decisione di sospendere il percorso dei nuovi ospedali pone alcune domande alla maggioranze di centrodestra che governa la Regione Marche:

Qual è il modello sanitario di riferimento? Come intende garantire le risposte di alta complessità? Con quali criteri indirizzerà le risorse economiche? Come intende garantire una sanità di alta specializzazione nel nord delle Marche per invertire la mobilità passiva verso l'Emilia Romagna? Come intende rafforzare la sanità territoriale e implementare i servizi nelle aree interne?

Con preoccupazione il PD registra la volontà di bloccare il processo di crescita e modernizzazione del sistema sanitario della Provincia di Pesaro e Urbino perché la scelta approvata dal Consiglio regionale, con i voti del centrodestra e del M5S, rappresenta un mero atto politico di chi vuole dimostrare che è cambiato il governo dimenticando progetto di riorganizzazione sanitaria.

Anche la questione legata alla sanità privata improvvisamente assume una connotazione diversa. Mentre per anni il centrodestra ha accusato il centrosinistra, con argomenti privi di fondamento, di un eccesso di privatizzazione, oggi che governa dichiara di ricorrervi per l'emergenza Covid. A questo punto delle domande sono necessarie nell'interesse dei cittadini: l'annunciato rapporto di collaborazione con il privato è stato deliberato nelle competenze e nei costi aggiuntivi? Il privato detiene personale qualificato per l'assistenza ai malati Covid visto che il sistema pubblico non riesce ad implementare il proprio organico per carenza di professionalità disponibili? Nella fattispecie come si intende esercitare i controlli e soprattutto chi sarà incaricato? Dove verranno dirottati i pazienti con altre patologie attualmente in carico alle strutture private?

Governare è difficile soprattutto in tempi complicati come quelli della pandemia, esperienza drammatica con cui il centrosinistra marchigiano si è dovuto misurare e che ha portato il risultato dell'uscita della Marche dalla zona rossa collocandola, a tutt'oggi, tra le regioni meno colpite.

Per le motivazioni di cui sopra la Federazione provinciale del PD esprime profonda contrarietà e grande preoccupazione in merito alla revoca della realizzazione del nuovo Ospedale dell'Azienda Ospedaliera Marche Nord.

Una scelta che non rispetta gli annunci fatti in campagna elettorale dove il centrodestra ha promesso di tutto soprattutto sulla sanità perché oggi, alla Provincia di Pesaro e Urbino, viene sottratto un progetto importantissimo frutto di una lunga e concertata costruzione con le istituzioni, il personale sanitario, le associazioni e a cui parteciparono anche coloro che oggi ne hanno determinato la fine.

Sembra quasi di assistere ad una punizione per i cittadini di questa Provincia e di tutti coloro che lavorano ogni giorno nei presidi ospedalieri di Fano, Muraglia e Pesaro.

L'Ospedale nuovo infatti rappresenta la risposta ad una domanda di sanità moderna, all'evoluzione dei modelli sanitari, alla necessità di piattaforme tecnologiche e logistiche innovative, ad evitare di spendere risorse importanti per miglioramenti strutturali e di manutenzione in nosocomi datati 1904 e 1912, alla priorità di invertire unitamente ad altre misure la mobilità passiva riconducendo le risorse recuperate alla sanità del nostro territorio, alla capacità di ottimizzare i turni del personale , funzionale ad ospitare nuovissime tecnologie e attrarre professionalità.

Un progetto necessario e conseguente al grande lavoro propedeutico di integrazione operata con grande professionalità dal personale sanitario e amministrativo dell'Azienda Marche Nord.

Un progetto patrimonio di una comunità che va dalla costa all'entroterra, con cui affrontare i cambiamenti della società e l'emergere di nuove sfide per la salute, delineare le moderne reti assistenziali attraverso la centralità dei pazienti e dei bisogni, garantire equità, continuità e omogeneità di accesso alle prestazioni con l'integrazione tra tutte le strutture ospedaliere presenti.

Insieme a questo progetto vanno potenziate le strutture del territorio, grazie alle risorse che arriveranno dall'Europa.

Le due strade non sono in antitesi.

Alle preoccupazioni di ordine sanitario seguono altre considerazioni. La Federazione del PD ritiene l'azione intrapresa dal centrodestra un atto irresponsabile di cecità politica. Non è ammissibile disperdere progetti pubblici di grande valore economico e sociale perché l'investimento di 250 milioni di euro rappresenta un volano di sviluppo straordinario per la nostra Provincia.

La Federazione del PD chiede agli Assessori e i Consiglieri regionali eletti o provenienti dalla Provincia di Pesaro e Urbino: cosa pensano della spoliazione di livello e opportunità del nostro territorio, del mancato investimento di 250 milioni di euro e delle mancate opportunità lavorative? Dove finiranno le risorse dedicate al nuovo Ospedale dell'Azienda Ospedaliera Marche Nord?

Anche le parole della Consigliera regionale del M5S suonano più come una rivalsa politica piuttosto che una scelta nell'interesse dei cittadini. Per questo la Federazione provinciale del PD sottolinea come ci sia poco da festeggiare quando si contribuisce a impoverire un territorio e i suoi abitanti.

Risulta falsa la comunicazione che la realizzazione dell'Ospedale nuovo provinciale porterebbe via risorse e servizi al territorio.

Per questo la Federazione provinciale del PD di Pesaro e Urbino porterà avanti con determinazione il contrasto ad una scelta sbagliata sotto il profilo sanitario, economico e sociale ritenendo grave l'interruzione di un progetto di modernizzazione e rafforzamento della sanità marchigiana in stato molto avanzato di completamento e finanziato anche dal Ministero.


   

da PD Pesaro Urbino




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-11-2020 alle 20:34 sul giornale del 12 novembre 2020 - 281 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, regione marche, urbino, ospedale, politica, pesaro, PD Pesaro Urbino, ospedale unico, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/bBMW





logoEV
logoEV