L’assessore Foschi tra complotti e luci di Natale

elisabetta foschi 2' di lettura 23/11/2020 - In preda al furore presenzialista l’assessore “esterno” Foschi non perde occasione per convincere gli elettori che l’hanno trombata alle ultime elezioni comunali che lei comunque esiste e lotta con loro.

Dopo essere scivolata sulla bufala complottista che il passaggio della Regione Marche da zona gialla a zona arancione sarebbe stato provocato dalle richieste insistenti del sindaco di Pesaro Ricci nei confronti del ministro Speranza, è stata poi la volta del tema più frivolo delle luminarie natalizie, una notizia non notizia con tutto quello che ci sta succedendo, e infine si è riproposta vestendo i panni della strenua paladina in difesa del nostro ospedale sparando nel mucchio contro tutto e contro tutti.

Non è ora ancora di chiamare l’ambulanza, ma l’assessore dovrebbe capire che in politica c’è un ciclo e il suo è terminato da un pezzo dopo una “vacanza lavorativa” che è durata un quarto di secolo passando dai consigli comunale, provinciale, regionale - tenuti per un periodo contemporaneamente, caso raro anche in Italia. Come un vecchio comprimario ormai ripete numeri che non fanno più effetto sul pubblico, un repertorio logoro, illuminato solo dal comportamento vergognoso tenuto come presidente del Consiglio comunale quando lasciò il suo scranno, ottenuto al prezzo della cacciata di un competente assessore ai servizi sociali, per passare sui banchi della maggioranza in difesa di Sgarbi invece di tutelare i diritti delle minoranze ricoperte di insulti e volgarità dal critico prêt-à-porter.

Forse soffre la frustrazione del consorte assessore in Regione? Ma tanto anche lui è assessore “esterno”, o no? Non è dato sapere come stiano le cose, ma sarebbe ora che si riposasse un po’ senza infastidirci con polemiche senza costrutto. Qui nessuno crede più al paese dei balocchi e alle fatine che compiono prodigi e la gente se ne frega delle luci di Natale.






Questo è un articolo pubblicato il 23-11-2020 alle 20:41 sul giornale del 23 novembre 2020 - 354 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, elisabetta foschi, articolo, ermanno torrico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bDaG





logoEV