Urbino capoluogo di provincia, Uniti per Urbino: "Si faccia chiarezza sulla classificazione della città"

provincia di pesaro e urbino 1' di lettura 01/12/2020 - Ieri, durante la seduta del Consiglio comunale, l’Assessore Maffei durante la presentazione della variazione di bilancio e in merito al fatto che anche Urbino rientra tra le città italiane che possono accedere al contributo a fondo perduto destinato dalla Agenzia delle Entrate alle attività commerciali operanti nei centri storici, ha affermato che un presupposto che ha fatto sì che si è potuto accedere a tale incentivo è proprio la qualificazione di Urbino come Capoluogo di Provincia come previsto dall’art. 59 del DL n. 104/2020.

Il decreto legge infatti prevedeva l’erogazione di un contributo a fondo perduto ai soggetti esercenti attività di vendita di beni o servizi al pubblico, svolte nei centri storici (zone A o equivalenti) dei comuni capoluogo di provincia o di città metropolitana ad alta presenza di turisti stranieri.

Un riconoscimento implicito che è molto importante, soprattutto, per il futuro della città comprese le prossime elezioni amministrative.

È giunto il momento che venga definitivamente chiarita la classificazione della città, chiediamo al Sindaco Gambini di prendere le iniziative nelle sedi preposte a cominciare dal Ministero degli interni e la Presidenza del Consiglio dei Ministri e riferire in Consiglio comunale.

Giorgio Londei Capogruppo
Federico Cangini Consigliere
Luca Londei Consigliere


da Uniti per Urbino
Gruppo Consiliare





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-12-2020 alle 19:27 sul giornale del 01 dicembre 2020 - 248 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, comune di urbino, Gruppo Consiliare, uniti per urbino, comunicato stampa, capoluogo di provincia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bEcq





logoEV