Fano-Urbino, Articolo 1: "A chi giova una ciclabile accanto ai binari?"

ferrovia fano urbino 3' di lettura 05/01/2021 - Periodicamente sui quotidiani si torna a parlare della ferrovia Fano-Urbino e del suo ripristino. Una tratta chiusa al traffico 43 anni fa, nel 1987, e che è rimasta sostanzialmente integra tanto nel percorso che nelle gallerie, nei viadotti, nei ponti ecc.

Nei giorni passati il consigliere regionale Andrea Biancani, vice presidente della Regione Marche, ha riproposto con insistenza il progetto di costruire una pista ciclabile affiancata al tracciato dei binari. Tale caparbietà, nonostante la bocciatura da parte del Ministero Infrastrutture e Trasporti, agli occhi di Art.1, che da sempre ha sostenuto il ripristino della ferrovia e l’azione dell’Associazione Ferrovia Valle del Metauro, quantomeno appare suscettibile di interrogativi che generano domande, nel tentativo e con la speranza che Biancani risponda per fare chiarezza.

Ci domandiamo e gli domandiamo, allora: “Perché una pista ciclabile in un territorio che nella sua parte terminale, poco meno del 50%, è particolarmente irto per chi va in bicicletta?”, “Non ricorda, Biancani, che in occasione di qualche Giro d’Italia proprio in Urbino veniva stabilito il premio della montagna?”, Altra domanda a cui il Consigliere, Vice presidente, dovrebbe rispondere è: “A chi giova?” Sicuramente una pista ciclabile non è utile per incrementare il turismo, meno che meno quello culturale qual è ipotizzabile nell’alta valle del Metauro e in Urbino. Tanto meno può essere utile per la viabilità e la sicurezza dei cittadini, l’ipotesi della pista ciclopedonale cosa sostenuta con particolare fervore dalla FIAB Fano. Non sono queste le soluzioni ai problemi sociali ed economici dell’entroterra. Art.1 ritiene che le proposte per il futuro e il ruolo dei territori interni, non si esauriscono nell’importanza o nel rilievo storico-culturale anche se parlare di questi territori significa riferirsi in particolare a una intera area segnata dalla stessa cultura storica e, in quanto tale, unitaria, intensa e diffusa.

Ripetutamente Art. 1 ha detto e ribadito, che i problemi prioritari riguardano la sanità pubblica, la riapertura dei presidi sanitari periferici, l’economia, il ripopolamento dei territori, la viabilità, la possibilità di comunicazione, di trasporto, ecc. Per tornare a svolgere un ruolo utile allo sviluppo di tutta l’area collinare e montana occorre pensare ad una politica di ampio respiro non a “giochetti” ma a progetti seri di collegamento con i territori limitrofi, e le altre realtà.

In questo quadro di riassetto del territorio occorre impegnarsi anche per una riapertura della tratta ferroviaria Fano-Urbino che può acquistare un peso nel raggiungimento di tali finalità. Leggiamo quindi in chiave positiva alcune dichiarazioni del Sindaco di Urbino, Maurizio Gambini, che ora sostiene l’importanza della viabilità e il ripristino della ferrovia, sia pur come metropolitana leggera di superficie e perora un’unità di intenti per risollevare le situazioni dei territori interni. Concetti che Art.1 ha da tempo evidenziato e ribadito nei propri documenti. Ricordiamo però a Gambini e a quelli che insieme a lui, oggi, perorano la inderogabilità dei collegamenti e la riapertura della ferrovia, che non è più pensabile né accettabile ripetere un’ulteriore alienazione del patrimonio pubblico (ci riferiamo alla vendita dei terreni della stazione ferroviaria di Urbino alla Benelli armi).

Art.1 in particolare è in sintonia con le varie anime della Sinistra e sollecita un impegno di azione unitaria finalizzato al ripristino della ferrovia pensando anche in futuro ad una struttura che colleghi non solo la costa e l’entroterra ma congiungendosi con Pergola e Fabriano, secondo il progetto originario, colleghi questi territori con la capitale del nostro Paese.


da Articolo Uno
Urbino e Aree Interne





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-01-2021 alle 14:02 sul giornale del 05 gennaio 2021 - 231 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, urbino, politica, ferrovia fano urbino, fano-urbino, ferrovia val metauro, fano urbino, ferrovia valmetauro, comunicato stampa, articolo 1, articolo 1 urbino e aree interne

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bIcB





logoEV
logoEV