Ripreso mentre fa sesso durante una lezione online, si dimette un professore dell'Accademia

2' di lettura 15/01/2021 - Pensava di non essere inquadrato e ha fatto sesso durante una sessione di didattica a distanza, ma la webcam ha ripreso e trasmesso la scena ai suoi studenti. È quanto successo ad un professore dell'Accademia di Belle Arti di Urbino.

A ricostruire l'accaduto è il Il Resto del Carlino nella sua edizione online.

I fatti risalgono allo scorso mese di dicembre, il professore era collegato via internet con i suoi studenti per una sessione di didattica a distanza, ad un certo punto ha inserito un video inerente la lezione che stava svolgendo ed ha pensato di non essere più inquadrato dalla telecamera; invece i ragazzi hanno visto in diretta il docente fare sesso con un’altra persona.

L'accaduto è stato riportato al direttore dell’Accademia di Belle Arti, Luca Cesari, che ha convocato il diretto interessato, al termine dell'incontro il docente ha rassegnato le proprie dimissioni.

"Parliamo di una figura di critico, curatore e protagonista del mondo delle arti che tutti conosciamo, ed è un professore ottimo, anche molto seguito, vorrei dire amato, certamente rispettato dagli studenti. Si tratta di una perdita dolorosa per noi, per i colleghi, per chi frequenta i suoi corsi. Nel dimettersi il docente ha desiderato rivolgere agli studenti una lettera particolarmente sentita di saluto e di congedo", ha dichiarato al Resto del Carlino il direttore Cesari.

____
Vuoi ricevere le notizie di Vivere Urbino in tempo reale sul tuo smartphone tramite WhatsApp e Telegram?
Per WhatsApp aggiungi il numero 3714499877 alla tua rubrica ed invia il messaggio "Notizie ON".
Per Telegram vai su https://t.me/vivereurbino e clicca su "Unisciti".






Questo è un articolo pubblicato il 15-01-2021 alle 17:47 sul giornale del 15 gennaio 2021 - 449 letture

In questo articolo si parla di cronaca, urbino, articolo, antonio mancino, accademia di belle arti, accademia di urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bJC6





logoEV