Incarico alla Svim, Cangini replica a Doglioni: "Illazioni e livore che rispedisco al mittente"

1' di lettura 19/01/2021 - Riceviamo e pubblichiamo la replica del consigliere comunale Federico Cangini al comunicato stampa del referente provinciale della Lega di Pesaro Urbino, Lodovico Doglioni.

Ancora una volta la Lega di Pesaro - Urbino usa parole offensive, come quella di definire “vili” i miei atti che servono solamente ad alimentare odio soprattutto in un periodo, come quello che stiamo attraversando, dove servono ben altre parole e ben altri fatti.

Sono gli atti temporalmente collocati che fanno luce sulle ombre gettate in maniera del tutto gratuita.

Il 29 Novembre 2019 aderisco al Capogruppo Sen. Giorgio Londei e a differenza di chi dice, che dovrei cedere il posto a chi ha davvero come unico obiettivo il futuro di Urbino, inizio un incessante lavoro con lui che ci ha portato ad oggi ad aver presentato ben 55 interrogazioni in Consiglio comunale.

Stare con il Sen. Giorgio Londei mi gratifica e mi rende sempre più utile ai cittadini per oggi, e credo, per domani.

Ad oggi coloro che mi attaccano (la Lega e il consigliere comunale Laura Scalbi sulla stampa locale, ndr) impiegano il loro tempo a frugare negli armadi piuttosto che pensare a governare la Città.

Il mio passaggio al Capogruppo Sen. Giorgio Londei, lo ricordo, è avvenuto nel 2019 ben lontano dalla firma del mio incarico alla SVIM.

Tengo a precisare che, oltre ad essere Consigliere comunale, sono laureato in Giurisprudenza ed operando nel libero mercato ho partecipato alla selezione indetta dalla Società.

Le tante illazioni e il tanto livore le rispedisco al mittente.

f.to Federico Cangini
Consigliere






Questo è un articolo pubblicato il 19-01-2021 alle 16:57 sul giornale del 19 gennaio 2021 - 329 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, politica, svim, vivere urbino, lega, articolo, lodovico doglioni, federico cangini, uniti per urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bJ9K





logoEV