I migliori giochi di guida da giocare con il volante

4' di lettura 01/03/2021 - Agli albori della grafica tridimensionale, i giochi di guida sono stati il ‘benchmark’ per le prime schede grafiche come le leggendarie Voodoo della 3DFX. I gamer più attempati ricorderanno la meraviglia davanti a giochi come POD per PC o Twisted Metal per PSX, così come il mitico cabinato a quattro di Daytona USA che in sala giochi era il grande protagonista di accese sfide tra gamer.

Il gioco di guida d’altronde stuzzica la fantasia dei giocatori appassionati di motori e non, d’altronde in quale altro modo è possibile mettersi alla guida di velocissime macchine da corsa e schizzare sul tracciato senza alcun rischio o pericolo?

E così, sebbene ultimamente siano stati un po’ soppiantati da altri generi di videogiochi più moderni, i driving games sono rimasti attivi sul mercato, specialmente grazie a software house come Codemasters, Bugbear Entertainment, Sony e Playground Games. Allo stesso modo, il volante gaming è diventato molto più accessibile, infatti è possibile acquistare modelli di ottima qualità senza spendere troppo. Sebbene siano divertenti anche con il gamepad, dopo aver provato il volante non tornerete più indietro. Vediamo quali sono i giochi di guida migliori per usare questo sistema di controllo.

Forza Horizon 4
Seguito del acclamato Forza Horizon 3, il quarto capitolo della fortunata serie di Playground Games si sposta dall’Outback australiano all’evocativo countryside inglese, mantenendo invariato il sistema di gioco ‘open world’. Forza Horizon 4 mette a disposizione del giocatore una quantità immensa di veicoli prodotti dalle ditte automotive più famose, partendo dalle city car per finire alle supersport ultraveloci. Con il volante da gaming, il titolo dà il suo meglio grazie a una buona varietà di impostazioni che permettono di regolare l’esperienza di gioco tra la guida semplice in stile arcade e la simulazione.

Wreckfest
L’underdog dei giochi di guida moderni, Wreckfest di Bugbear Entertainment non gode della stessa presentazione visiva di Forza Horizon o dei vari Dirt, ma in termini di puro gameplay non è secondo a nessuno. I piloti controllati dalla CPU sono gestiti ottimamente, con sorpassi ed errori che rendono la gara più autentica e ricca di colpi di scena grazie ad una IA ben progettata. La punta di diamante di Wreckfest è lo spettacolare sistema di danni delle vetture, unito alla fisica di gioco curata nei minimi dettagli. Sebbene sia giocabilissimo con il gamepad, Wreckfest è uno di quei giochi di guida che sentono la mancanza del volante, specialmente per le varie impostazioni di tune up del veicolo che ‘si sentono’ solo usando questo sistema di controllo.

Dirt Rally
La serie Colin McCrae Rally di Codemasters - evolutasi poi in Dirt - ha avuto il merito di portare nel mondo del gaming questa disciplina, con un buon connubio tra la simulazione e la guida arcade. Nel corso degli anni Dirt ha cambiato spesso pelle, passando dal rally ad un gioco di guida più variegato, perdendo un po’ la sua strada e alienando i fan più sfegatati della serie. Con Dirt Rally, Codemasters è tornata alle basi con un gioco dedicato al rally di altissimo livello che colpisce con la sua presentazione spettacolare e un gameplay avvincente. Eliminate le gare superflue con veicoli particolari, il gioco si concentra al 100% sul rally e sulla sua essenza, perfetto per giocare con un volante da gaming dotato di feedback e resistenza, in modo da vivere ogni curva al meglio.

Gran Turismo 5
Disponibile solo per l’ormai vecchia Playstation 3, Gran Turismo 5 è l’ultimo capitolo della fortunata serie di giochi di guida di stampo giapponese. È stato il grande assente della libreria PS4, se escludiamo Gran Turismo Sport più incentrato sull’online, con una campagna decisamente più snella rispetto a quelle epiche dei titoli precedenti. In attesa di Gran Turismo 7 per l’ancora introvabile Playstation 5, se avete una PS3 vi consigliamo di recuperare Gran Turismo 5 e magari un buon volante, per godere di una delle simulazioni di guida più accurate di tutti i tempi.

Certo, su alcuni punti il gioco è rimasto un po’ indietro, specialmente per quanto riguarda la fisica degli incidenti e il comparto grafico, ma la quantità di veicoli e tracciati riprodotti fedelmente è davvero incredibile. A questo si aggiunge una vasta possibilità di configurare le automobili che vi permette di sfruttare al meglio il volante di gioco.






Questo è un articolo pubblicato il 01-03-2021 alle 17:52 sul giornale del 01 marzo 2021 - 85 letture

In questo articolo si parla di redazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bQH3





logoEV
logoEV