Sant'Angelo in Vado, siglato un protocollo d'intesa fra Comune e sindacati

comune di sant'angelo in vado 4' di lettura 22/04/2021 - Il Comune di Sant'Angelo in Vado, ha sottoscritto con le OO. SS. CGIL e SPI (sindacato dei pensionati CGIL) di Urbino e Montefeltro, AST CISL e FNP (Sindacato pensionati CISL) di Urbino e Montefeltro, un importante protocollo d'intesa, in merito alla contrattazione sociale che riguarda le azioni che l’Amministrazione comunale intende mettere in campo per fronteggiare la crisi economica e contrastare la diffusione della pandemia, attraverso la destinazione di una parte delle risorse comunali del bilancio 2021.

Il comune, proprio per andare incontro alle difficoltà dei cittadini, si è impegnato a non aumentare le tariffe dei servizi individuali per l’anno 2021.

Ha elevato, nel bilancio di previsione per il 2021, la somma di € 5.000, destinata nel 2020 in favore delle persone e famiglie in disagio sociale ed economico (fondo di solidarietà), a € 12.500, in considerazione, anche, dei disagi determinati dalla pandemia da covid 19.

La somma sarà utilizzata per affrontare situazioni di particolare emergenza indicate dai servizi sociali o tramite un bando comunale. Le quote erogate attraverso il bando saranno assegnate, a ciascun soggetto che ne risulterà beneficiario, nella misura non inferiore a €. 250,00 e fino ad un massimo di €. 500,00 tenendo in considerazione la composizione del nucleo familiare.

Tale cifra, il Comune, potrà incrementarla in considerazione delle istanze presentate o della disponibilità di risorse provenienti da contributi da destinare allo stesso titolo da parte di altre Istituzioni, Regionale e Nazionale o anche, provenienti da privati attraverso la destinazione del 5x1000 dell’Irpef.

La sensibilità dei nuovi Amministratori comunali di Sant’Angelo in Vado, verso i propri cittadini, è stata tale che il Comune si è impegnato ad applicare, dall’anno 2022, l’ISEE in forma lineare tenendo conto, dove necessario, di quello corrente per il 2021. Sempre dall’anno 2022 metterà a disposizione di coloro che ne faranno richiesta, un contributo complessivo di €. 5000 per sostenere quelle famiglie che assumo assistenti domestiche (Badanti), per aiutare i propri familiari anziani o disabili, a condizione che regolarizzino il rapporto di lavoro.

L’amministrazione comunale, concorda con le OO.SS. sull’esigenza di definire in sede di Comitato dei Sindaci di ATS 4, l’istituzione ed il finanziamento di un corso formativo destinato a tutti i soggetti interessati a svolgere (o che già svolgono) il ruolo di badanti al fine di rendere più professionale un’attività lavorativa sempre più in crescita e diffusa.

Il Comune svolgerà una forte azione in collaborazione con le forze dell’Ordine preposte per svolgere il dovuto contrasto alla lotta contro l’evasione fiscale e per sostenere il principio che le tasse si riducono se tutti contribuiscono, per quanto gli è dovuto, a sostenere i bisogni sociali della comunità di Sant’Angelo in Vado.

L’azione di contrasto, si svilupperà anche verso il fronte della diffusione delle LUDOPATIE e del gioco d’azzardo, particolarmente incrementato in questo periodo di restrizioni legate al Covid.

L’Amministrazione Comunale, in accordo con le Organizzazioni sindacali, metterà in campo una deliberazione per realizzare “PROGETTI DI UTILITÀ COLLETTIVA“ che prevedono l’utilizzo dei percettori del Reddito di Cittadinanza, per adibirli in progetti di cui potranno beneficiarne i cittadini di Sant’Angelo in Vado (manutenzione giardini, arredo urbano, assistenza anziani, ecc.).

A questi progetti si aggiunge l’impegno a utilizzare le ulteriori risorse economiche (ristori) che lo Stato Nazionale destinerà per fronteggiare le limitazioni delle attività economiche, sia in favore sia degli operatori economici che dei loro dipendenti.

Inoltre verrà attuata, nei confronti dell’AMBITO TERRITORIALE SOCIALE N.4, opera di sensibilizzazione affinché, congiuntamente, venga chiesto all’ASUR Marche il rafforzamento delle Unità di Continuità Assistenziale (USCA), l’istituzione degli infermieri di comunità, il potenziamento delle strutture dei medici di famiglia e l’aumento delle attività svolte dall’ADI (Assistenza Domiciliare Integrata).

Le Organizzazioni Sindacali, congiuntamente, si ritengono soddisfatte di questa disponibilità dell’Amministrazione Comunale e si dichiarano disponibili a collaborare attivamente per rendere concreti e fruibili, da parte dei cittadini, gli impegni contenuti nell’Accordo sindacale.


   

dalle Organizzazioni Sindacali




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-04-2021 alle 17:38 sul giornale del 22 aprile 2021 - 180 letture

In questo articolo si parla di attualità, sindacati, cgil, cisl, sant'angelo in vado, protocollo d'intesa, FNP CISL, ast cisl urbino, ast cisl, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/bYYL