Cinghiali, Uniti per Urbino: "Regione e ATC devono prendere decisioni straordinarie e urgenti"

1' di lettura 06/05/2021 - Sui cinghiali è ora di dire - senza reticenze - come è la preoccupante situazione della città e affrontarla decisamente; non si tratta più solo di incidenti stradali e di gravi danni alle colture degli agricoltori ma di una vera e propria emergenza di incolumità pubblica per cittadini e, ricordiamolo, bambini.

Fin da Maggio-Giugno 2020, avevamo denunciato il problema e richiesti, allora provvedimenti.

Condividiamo, quindi, le prese di posizione del Sindaco e le preoccupazioni del Prefetto e del Vice - Questore e Commissario di Urbino nonché degli altri organi periferici dello Stato.

Di fronte alle denunce e allarmi dei cittadini - proprio nella città nuova e a ridosso delle mura del centro storico - e ai video che girano sui social, la Regione Marche e l'ATC devono prendere decisioni straordinarie e urgenti.

Noi non siamo alla ricerca di responsabiltà che - in questa fase - non ci interessano ma di azioni comuni e concordate per affrontare non solo l’attuale emergenza ma con una azione di più lungo respiro.

Noi non intendiamo soffermarci sulle varie ipotesi avanzate per affrontare la drammatica situazione ma sollecitare che vengano definite con gli organi competenti e, soprattutto, attuate.

Attendiamo fiduciosi l’evolversi della situazione e siamo disponibili a contribuire alla soluzione del problema.

Giorgio Londei Capogruppo
Federico Cangini Consigliere
Luca Londei Consigliere


da Uniti per Urbino
Gruppo Consiliare





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-05-2021 alle 14:03 sul giornale del 06 maggio 2021 - 168 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, comune di urbino, cinghiali, Gruppo Consiliare, uniti per urbino, comunicato stampa, cinghiali urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b1YZ





logoEV