Fano-Grosseto esclusa dai finanziamenti del Recovery Plan, la preoccupazione di Urbino Capoluogo

fano-grosseto|fano|grosseto| 1' di lettura 10/06/2021 - L'Associazione Urbino Capoluogo, rendendosi interprete dei suoi numerosi iscritti in tutta la Provincia, intende lanciare un grido di allarme per la ventilata ipotesi di esclusione, almeno al momento, della Fano - Grosseto dai finanziamenti previsti dal Recovery Plan.

Nella riunione dei Presidenti delle Regioni dell'Italia centrale, Marche - Lazio - Umbria - Toscana - Abruzzo, unico finanziamento certo - dichiarano Giorgio Londei e Ferruccio Giovanetti, Presidente e Vice Presidente Vicario dell'Associazione - sono i 510 milioni di euro per il tratto ferroviario Orte - Falconara.

Parliamoci chiaro: se dopo 56 anni di attesa dal 1965, anno in cui partì l’idea della Fano - Grosseto, non si trovano risorse per il suo completamento, le sirene della Romagna - dopo il passaggio di ben 9 comuni - torneranno a squillare per un ulteriore smottamento dalla Regione Marche.

Noi ne abbiamo già avvisaglie tra i nostri iscritti del Montefeltro marchigiano.

Noi ci auguriamo che non solo sia recuperata la Fano - Grosseto per il Recovery Plan ma che si allarghi il discorso anche a tratti ferroviari - appenninici - fra Marche, Romagna e Lazio.

Una ulteriore delusione - concludono Londei e Giovanetti - creerebbe una sfiducia deleteria che noi intendiamo contrastare.

Al comunicato si associano i Consiglieri comunali Federico Cangini e Luca Londei.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-06-2021 alle 16:03 sul giornale del 10 giugno 2021 - 163 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, urbino, grosseto, fano-grosseto, associazione urbino capoluogo, comunicato stampa, recovery plan

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b6IU





logoEV