Ca' Staccolo, la risposta dell'Amministrazione Comunale all'interrogazione di Uniti per Urbino

2' di lettura 17/06/2021 - È arrivata la risposta dell'Amministrazione Comunale all'interrogazione a risposta scritta presentata lo scorso mese di aprile dai consiglieri del gruppo Uniti per Urbino dopo l'abbattimento di circa una ventina di pini nei pressi del Santuario di Ca' Staccolo.

"Premetto che la realizzazione del grande intervento nell'area del Santuario di Ca' Staccolo ha una rilevanza molto importante per la nostra città, in primis sotto il profilo religioso, ma anche sotto il profilo turistico, perché andrà a intercettare un target importante di visitatori a livello nazionale e internazionale e migliorerà l'accoglienza e la ricettività di Urbino" scrive il sindaco Gambini.

"Nell'ambito di questo grande progetto, è stato necessario tagliare alcuni pini, appartenenti a una varietà non protetta, nell'area antistante il Santuario per garantire l'accessibilità alla strada esistente e permettere la realizzazione del camminamento e delle gole di fermata degli autobus turistici. Quando i lavori saranno completati, è prevista la ripiantumazione di alcune alberature più idonee, compatibili anche con le necessità dell'eliporto, che di regola non può essere circondato da piante ad alto fusto".

"Faccio presente che la Fondazione, su indicazione di Sua Eccellenza l'Arcivescovo Mons. Tani, intervenuto personalmente sulla questione, ha chiesto all'Amministrazione di progettare una variante al Prg per salvaguardare le alberature pregiate, che nel piano originario dovevano essere rimosse per la realizzazione e l'allargamento del marciapiede verso il quartiere Piantata. Nonostante questa modifica prevedesse un notevole aumento di risorse, abbiamo accolto la richiesta, condividendone le motivazioni, e dato corso alla variante che ha permesso di mantenere le alberature pregiate lungo la via".

"Ritengo che, al di là dell'episodio specifico, occorre valutare tutto l'intervento in corso nell'area del Santuario in un'ottica globale per capire la grande opportunità che si sta aprendo per tutta la nostra città e il nostro territorio", conclude il sindaco.

"Prendiamo atto della risposta del Sindaco Gambini e a nostro merito va il fatto che, a seguito della nostra interrogazione, i cittadini sono informati - commentano i consiglieri Giorgio Londei, Federico Cangini e Luca Londei -
Nel merito riteniamo che sia stato giusto accogliere la proposta di Sua Eccellenza l’Arcivescovo Tani per quanto riguarda la salvaguardia delle piante di pregio. Continueremo a seguire il servizio dell’eliporto che riteniamo assolutamente indispensabile per la salvaguardia della salute dei cittadini di Urbino e del territorio".


da Uniti per Urbino
Gruppo Consiliare





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-06-2021 alle 21:44 sul giornale del 17 giugno 2021 - 265 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, comune di urbino, Gruppo Consiliare, santuario, Maurizio gambini, ca' staccolo, uniti per urbino, interrogazione a risposta scritta, comunicato stampa, santuario di ca' staccolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b7C7





logoEV