Prevenzione delle truffe, contrasto alle ludopatie, riprendono gli incontri organizzati da CGIL e CISL

Truffa anziani 3' di lettura 23/06/2021 - Dopo circa 14 mesi dall’inizio della pandemia da COVID 19, ripartono gli appuntamenti con i cittadini dei comuni dell’area del Montefeltro, organizzati dalla CGIL e CISL di Urbino e Montefeltro, in collaborazione con gli Operatori del Commissariato di Urbino della Polizia di Stato, per informare e preparare gli abitanti alla cultura di prevenzione dai tentativi di truffa diretti o telematici, per contrastare la diffusione delle piaghe sociali del gioco d’azzardo e di tutte le ludopatie in genere, sicurezza e controllo del territorio da parte delle forze dell’ordine e dei cittadini.

Il primo incontro partirà all’aperto, VENERDI’ 25 GIUGNO 2021, alle ore 21,00 in P.zza Rossa, a CA’ GALLO nel Comune di Montecalvo in Foglia, alla presenza del Sindaco Donatella PAGNELLI, del Commissario P.S., Dott. Simone PINESCHI e deli uomini del Commissariato, dei rappresentanti delle OO.SS., Irmo Foglietta e Leonardo Piccinno per CGIL e CISL, Maurizia Ragonesi e Vittorio Calisini per le Federazioni Pensionati SPI CGIL e FNP CISL..

Il fenomeno della diffusione dei tentativi di truffa ai danni dei cittadini e delle persone anziane e fragili, più in particolare, ha assunto nella fase della pandemia aspetti davvero allarmanti aumentando a dismisura fino a raggiungere il 400% nella prima fase di chiusura del sistema Paese, a causa della maggiore presenza di persone in collegamento via internet.

Questo secondo i dati diffusi dal SOLE 24 Ore e da altri organismi che hanno indagato questi fenomeni, ma il momento più critico si registra proprio in questi ultimi tempi per effetto del maggiore impoverimento dei cittadini e la enorme circolazione di risorse pubbliche destinate al sostegno di lavoratori, famiglie ed anziani in difficoltà sociale.

I tentativi più ricorrenti, sono legati a cripto valute, pagamenti digitali, aggiornamenti di dati bancari, pseude richieste di dati da parte di organismi istituzionali (INPS, POSTE, AGENZIA ENTRATE, ecc.), tutti falsi messaggi, generati al solo scopo di carpire la curiosità dell’utente, approfittare della scarsa conoscenza degli strumenti informatici e cogliere l’ansia di ricevere i tanto sospirati aiuti economici pubblici.

A fianco di questi drammatici fenomeni che lasciano materialmente sul lastrico intere famiglie, la pandemia ha portato all’esplosione di un’altra piaga sociale sempre più diffusa nel nostro Paese: il ricorso al gioco d’azzardo e le dipendenze da ludopatie, alcolismo e droghe in generale.

Anche questi, un problema sociale sempre più drammatico, in una prima fase limitato dalla chiusura delle sale gioco, ma nella seconda e terza fase della pandemia si è incrementato con il ricorso al gioco on line, più subdolo delle macchinette e controllato in buona parte da organizzazioni criminali allocate in gran parte fuori dall’Italia.

Di tutti questi fenomeni e dell’aumento dei disagi correlati amplificati dalle restrizioni dei contatti sociali causati dalla pandemia (vedi il fenomeno di bande di giovani sempre più diffuso anche nelle nostre piccole comunità cittadine), saranno i temi che si tenterà di affrontare per dare un contributo informativo e tranquillizzare i cittadini che l’opera di tutela messa in campo da tutte le Forze dell’Ordine è davvero un punto importante che determina una presenza efficace e tranquillizzante per le nostre popolazioni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-06-2021 alle 19:02 sul giornale del 23 giugno 2021 - 180 letture

In questo articolo si parla di attualità, cgil, polizia, urbino, truffa, anziani, cisl, truffe, montecalvo in foglia, sindacato, gioco d'azzardo, commissariato di urbino, Truffe agli anziani, ast cisl urbino, ast cisl, ca' gallo, ludopatie, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b8qq





logoEV
logoEV