Telefonia e internet, "Viviamo in un cono d’ombra", la CNA avvia una raccolta firme a Gadana e Castelcavallino

smartphone no signal 2' di lettura 04/08/2021 - L’isolamento di certe zone dell’entroterra della provincia di Pesaro e Urbino non è solo un fatto di strade. Il problema della carenza delle infrastrutture digitali è a dir poco imbarazzante e riguarda molte zone dell’interno e in particolare una delle due città capoluogo: Urbino.

Mentre si parla di 5G, di ICT Information Communication Technology, di fibra ottica Ftth e banda ultra larga, alcune frazioni della città Ducale in particolare, Gadana - che ha conosciuto un notevole incremento demografico in questi ultimi anni - non risulta ancora coperta dalla telefonia cellulare. O, meglio, lo è solo sulla carta visto che alla prova dei fatti non è affatto così.

Forse anche per la particolare orografia del territorio, il segnale di quasi tutti gli operatori di telefonia mobile in questa zona è appena percettibile se non addirittura completamente assente. Stessa situazione a CastelCavallino anche se leggermente meglio per quel che riguarda la telefonia mobile ma per quanto riguarda il collegamento alla rete siamo all’anno zero con la vecchia rete in rame che ancora collega cittadini e imprese a internet.

“Tutto questo - afferma il presidente della CNA di Urbino, Fabrizio Aromatico - alle soglie del 2022 e della cosiddetta Transizione digitale. La CNA di Pesaro e Urbino evidenzia da tempo come la carenza di infrastrutture digitali finisca per limitare non solo la possibilità di comunicare e dunque anche il grado di libertà dei cittadini ma anche come questo penalizzi irrimediabilmente le potenzialità economiche di un territorio. I casi di Gadana e Castelcavallino, che per la loro popolosità sono diventati ancor più eclatanti, non sono ovviamente isolati. È gran parte del territorio dell’Urbinate e del Montefeltro a vivere in un cono d’ombra”.

Per questo, la CNA di Urbino, su sollecitazione di imprenditori e cittadini, avvierà nei prossimi giorni una raccolta di firme per sensibilizzare le istituzioni (Regione, Provincia, Comune), ad intervenire per risolvere un problema che si trascina senza soluzioni ormai da anni.

La raccolta di firme tra la popolazione sarà inviata all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, al Ministero per lo Sviluppo Economico e alla Direzione Generale per i Servizi di Comunicazione Elettronica, di Radiodiffusione e Postali.

La CNA, che attraverso la collaborazione di Maricla Muci si adopererà per raccogliere le firme attraverso il porta- porta nelle due frazioni, segnala anche che sarà possibile lasciare la propria adesione all’iniziativa in tre punti di raccolta:

Supermercato A&O - Strada provinciale 76 - Gadana
Bar Caffè 51 - Strada provinciale - Gadana
CNA sede di Urbino Strada Bocca Trabaria sud 9






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-08-2021 alle 13:16 sul giornale del 04 agosto 2021 - 268 letture

In questo articolo si parla di attualità, internet, telefonia, gadana, cna pesaro e urbino, cavallino, castelcavallino, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cdsN