Chiusura guardie mediche, Vitri: "La Giunta Acquaroli non rispondendo conferma una situazione fuori controllo e al collasso"

micaela vitri 2' di lettura 21/12/2021 - “Oggi in Consiglio regionale è finalmente tornata la mia interrogazione sulla necessità della riapertura urgente dei servizi di guardia medica emergenza-urgenza a Vallefoglia e Gabicce-Gradara, Cagli e Mondavio.

Una situazione disperata, come dimostra anche oggi il racconto del medico pesarese sulla stampa, ma rispetto a cui la Giunta Acquaroli non ha ancora fatto nulla”.

Da quasi due mesi le postazioni di Vallefoglia e Gabicce-Gradara e Mondavio sono completamente chiuse mentre Cagli ha solo un terzo dei turni di copertura”.

Le domande che la Consigliera Vitri ha presentato all’Assessore Saltamartini, nell’interrogazione depositata oltre un mese fa e le relative risposte sono le seguenti:

1) Vitri: Quali soluzioni si intende adottare per ripristinare definitivamente il servizio di continuità assistenziale emergenza-urgenza nelle postazioni di Vallefoglia, Gabicce-Gradara, Mondavio e Cagli?
Saltamartini: Attendere la fine della pandemia.
Vitri: Quindi a data da destinarsi.

2) Quanti medici hanno dato la propria disponibilità dopo l’appello dell’ordine professionale e l’offerta di contributo da parte di Area Vasta per ogni turno coperto (circa 80-100 euro)?
Saltamartini: Nessuno.
Vitri: Quindi nessuna possibilità.

3) Vitri: Dove, come e quando saranno impegnati i medici disponibili per coprire i turni scoperti in particolare nelle sedi completamente chiuse di Vallefoglia e Gabicce-Gradara?
Saltamartini: Solo dopo la pandemia.
Vitri: Quindi a data da destinarsi.

4) Vitri: Se si intende chiedere la collaborazione dei medici di assistenza primaria indipendentemente dal massimale prevedendo, inoltre, un incremento del 40% della retribuzione qualora il medico di continuità assistenziale lavori in due sedi differenti?
Saltamartini: È in corso il tavolo e la risposta non prima di una settimana.
Vitri: Cosa si aspetta? È inaccettabile che un medico di continuità assistenziale prenda 23 euro lordi all’ora per il proprio lavoro e per essere lasciato solo nell’intero turno notturno.

“Esprimo tutta la mia delusione. Non è stato fatto nulla - dichiara Vitri - per risolvere il problema, nonostante che la Giunta fosse informata da tempo della carenza di medici disponibili a coprire i turni di guardia medica”.

Nell’intervento Vitri aggiunge che oltre all’accordo nazionale le regioni hanno il contratto integrativo che nelle Marche non è stato rinnovato, nonostante le richieste arrivate dai medici da un anno a questa parte.

“Perché nelle Marche non è stato fatto? Questa doveva essere la priorità - conclude Vitri ”.


da Micaela Vitri
Consigliera Regionale PD





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-12-2021 alle 19:19 sul giornale del 21 dicembre 2021 - 127 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, mondavio, cagli, pesaro, gradara, pd, gabicce, consiglio regionale, vallefoglia, comunicato stampa, Micaela Vitri, guardie mediche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cBir





logoEV
logoEV