Difficoltà della guardia medica, autogol della Regione, Ruggeri (M5S): "Dov'è la programmazione?"

1' di lettura 22/12/2021 - «Aspettare la fine della pandemia per rinforzare con le attuali Usca il servizio di guardia medica? La dichiarazione dell’assessore Filippo Saltamartini è un autogol clamoroso». Marta Ruggeri, capogruppo di M5S in consiglio regionale, incalza la giunta marchigiana sullo stato della sanità nella provincia di Pesaro e Urbino, che appare vicina al collasso.

Ultimo segnale di difficoltà, l’organico quasi azzerato del servizio di continuità assistenziale e i conseguenti disservizi diffusi, capoluogo di provincia compreso.

«Considerando - conclude Ruggeri - che la pandemia imperversa da due anni, mi chiedo quale capacità organizzativa e di programmazione stia mostrando la Regione. Si concorda sul fatto che i pronto soccorso di Marche Nord siano allo stremo, poi si creano le condizioni per sovraccaricarli ancora di più chiudendo in via temporanea psichiatria a Pesaro e alcuni presidi della guardia medica, creando difficoltà su difficoltà. Ciò che sta accadendo è molto grave».


da Marta Ruggeri
Consigliere regionale M5S





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-12-2021 alle 21:05 sul giornale del 22 dicembre 2021 - 116 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, guardia medica, consigliere regionale, Movimento 5 Stelle, M5S, marta ruggeri, comunicato stampa, usca

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cBvU





logoEV
logoEV