Nuova veste organizzativa alla U.O.C. Otorinolaringoiatria dell'Ospedale di Urbino

3' di lettura 24/12/2021 - La U.O.C. Otorinolaringoiatria dell’ospedale di Urbino, diretta dal Dr. Durso Domenico, si è data una nuova veste organizzativa che ha permesso di garantire una maggiore efficacia ed appropriatezza dell’assistenza sanitaria al cittadino.

Lo sforzo è stato particolarmente significativo per il periodo storico in cui si è espresso, con il servizio sanitario pubblico impegnato al contenimento della diffusione del covid-19 che ha visto assorbire, necessariamente, personale e risorse economiche altrimenti orientate ad altri ambiti sanitari. I risultati raggiunti si sono ottenuti grazie alla disponibilità e sensibilità della dirigenza dall’azienda sanitaria AV1, ma grande merito va al personale medico, infermieristico e agli operatori socio-sanitari dell’U.O.C. Otorinolaringoiatria per la generosità, dedizione e abnegazione espressi e senza i quali la riuscita del nuovo modello organizzativo non sarebbe stato possibile.

Tra gli interventi innovativi assume particolare rilevanza la presenza, dal 1 settembre 2021, del tecnico Audiometrista: una professionalità aggiuntiva che permette l’esecuzione di prestazioni audiologiche di primo e secondo livello (esame audiometrico tonale e vocale, esame impedenzometrico, potenziali evocati uditivi, test audiometrici sopraliminari) e prestazioni vestibolari (esame vestibolare clinico, esame vestibolare calorico, potenziali evocati miogeni vestibolari, studio dei movimenti oculari).

Ulteriori campi di implementazione e rinnovamento riguardano tre precise attività: 1) un protocollo operativo per la gestione del paziente che afferisce al Pronto Soccorso con diagnosi di vertigine acuta; 2) lo screening audiologico neonatale; 3) la riabilitazione vestibolare come trattamento dei disturbi dell’equilibrio.

Riguardo il problema delle liste di attesa una prima risposta è stata data con l’aumento, dal mese di settembre, del numero di prime visite. Visite che in prospettiva potranno ulteriormente aumentare parimenti alla riduzione dei tempi degli slot della visita Otorinolaringoiatrica, in relazioni alle condizioni dettate dalla pandemia.

Nella stessa ottica e per le stesse finalità sono aumentate, dal ottobre 2021 il numero delle sedute operatorie, passate da n. 4 a n. 7 al mese. Particolare attenzione ha avuto la seduta operatoria dei bambini attraverso la convenzione stipulata con l’equipe di Anestesia e Rianimazione Pediatrica dell’Ospedale Salesi di Ancona, che metterà a disposizione un loro professionista per ogni intervento di chirurgia pediatrica (adenoidectomia, tonsillectomia, adenotonsillectomia, miringotomia e posizionamento di drenaggio transtimpanico) programmato all’ospedale di Urbino.

Il piano riorganizzativo ha definito inoltre una nuova strutturazione della valutazione di paziente disfagico mediante studio videoendoscopico della deglutizione (FEES), attività svolta in collaborazione con la UOC di Fisiatria, di Medicina Interna e con le Logopediste dell’Artea Vasta 1.

Una nuova strutturazione interesserà pure il paziente affetto da disturbi respiratori del sonno (OSAS), con la creazione di un percorso diagnostico-assistenziale dedicato e multidisciplinare (Otorinolaringoiatria, Pneumologia, Medici di Medicina Generale, Pediatri, Medicina del Lavoro, Neurologia, Cardiologia, Servizio Infermieristico); tale percorso prevedrà delle attività di pertinenza Otorinolaringoiatria di tipo diagnostico (Ambulatorio del Sonno e Studio videoendoscopico del sonno mentre il paziente dorme – Sleep endoscopy) e di tipo chirurgico (chirurgia nasale e palatale) permettendo, nel contempo, di incrementare la numerosità e la complessità degli interventi della U.O.C di Otorinolaringoiatria.

Infine, per una gestione sistematica del paziente, particolare cura è stata rivolta all’integrazione tra Ospedale e Territorio con una più accentuata collaborazione con i Medici di Medica Generale, i Pediatri di libera scelta e gli specialisti ambulatoriali. In questa prospettiva sono previsti progetti volti ad aumentare sia la presenza dello specialista ospedaliero sul territorio, con particolare riferimento all’Ospedale di Pergola, sia gli incontri formativi con i Medici di Medicina Generale, i Pediatri e gli specialisti Otorinolaringoiatri.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-12-2021 alle 11:50 sul giornale del 24 dicembre 2021 - 350 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, urbino, asur, asur marche, otorinolaringoiatria, ospedale di urbino, area vasta 1, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cBP3





logoEV
logoEV