Nba: Steph Curry a quota 2972

basket 3' di lettura 27/12/2021 - Quel record è davvero a portata di mano: Steph Curry è a quota 2972 triple in carriera, una in meno del primato all-time di Ray Allen.

Al Madison Square Garden la nuova chance di prendersi il record di tiri da tre a bersaglio in carriera

Un record che la star 33enne dei Warriors conta di ottenere al Madison Square Garden. La famosa arena che nel 2013 rivelò a tutto il mondo il suo talento. Una carriera da rivoluzionario che avviata con una partita stellare, un talento in grado di cambiare il gioco. Ma per ora quello che importa maggiormente a Curry è quello di aver aiutato Golden State, con 22 partite vinte e due perse fino a qui, ad imporsi 102-100 a casa di Indiana (12-17), il tutto in una partita combattutissima che il prossimo re delle triple Nba ha chiuso con ben 26 punti e 5 tiri a bersaglio da dietro l'arco, che il Warriors hanno vinto con un canestro decisivo di Kevon Looney, a 13" dalla fine. Steve Kerr ha spiegato ai giornalisti che a New York tiene a riposo Steph, confermando che l'arena più famosa al mondo sarà quella in cui Curry andrà a caccia del primato che sembra appartenergli naturalmente.

Tutti contano su Steph

Kerr ha inoltre spiegato che a proposito della partita a Indiana, Steph sembra stia provando un po' troppo a mettersi alle spalle questo record. Anche in una partita come questa, in cui i tiri non sono stati eccezionali e ha perso 7 palloni, hanno comunque chiuso con +17 punti con lui in campo. Questo dimostra come con solo la sua presenza riesca a dare comunque un grande impatto sulla partita in generale. Dopo la sfida coi Pacers ha affermato che sa benissimo che ci sono squadre che si impegnano per fare in modo che non ottenga quel record. Un record che tutto il resto della squadra aspetta. Draymond Green ha dichiarato, con tutta la sua solità onestà, che si spera che Steph metta le prime due triple a New York, già nel primo quarto, così tutta questa attesa sarà finita. Non crede che Steph sia ossessionato da questo record. Ma è comunque inevitabile pensarci ogni volta che si prende un tiro. E loro questo vogliono che faccia. Quindi tendono a cercarlo maggiormente. Vogliono che si prenda questo meritato record, anche per lasciarsi questa faccenda alle spalle.

Se oltre allo sport ti piacciono i giochi online, qui puoi trovare migliori casino online

Il record ancora può attendere

Anche se i Peacers sono molto meglio del loro record, non sono riusciti ad ottenere la loro quarta vittoria di fila. Merito soprattutto della difesa dei Warriors. Fondamentale Green, che oltre al solito tiro difensivo, ha aggiunto anche 15 punti. Indiana non ha brillato, condedendo troppo in difesa. Golden State ha avuto al massimo tre punti di vantaggio. Curry anzichè tentare l'ennesima tripla, ha scelto l'affondo al ferro. Alla fine è intervenuto Looney per il graffio decisivo.






Questo è un articolo pubblicato il 28-12-2021 alle 17:25 sul giornale del 27 dicembre 2021 - 21 letture

In questo articolo si parla di sport, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/cCmR


logoEV
logoEV
qrcode