In calo gli incidenti legati alla caccia, una ricerca di UniUrb dà le dimensioni del fenomeno

cacciatore caccia 1' di lettura 31/01/2022 - L’anno 2021 ha visto la conferma del trend di graduale calo del numero di decessi e feriti durante l’attività venatoria. Il numero dei decessi, filtrato degli episodi legati a malori, cadute o atti intenzionali o illeciti, è passato infatti da 18 nel 2017, a 15 nel 2019 e a 13 nel 2021.

Analogamente, anche il numero di feriti è passato da 63 nel 2017, a 60 nel 2019 e a 54 nel 2021. Un dato più basso del 2021 si era registrato solo nel 2020, anno in cui le restrizioni legate alla pandemia avevano fortemente ridotto l’attività venatoria.

È quanto emerge dall’analisi fatta dall’Università di Urbino.

Da segnalare il fatto che nessun decesso si è verificato fra i non cacciatori, essendosi registrati in questo caso 17 feriti.

Per il periodo che va dal 1° settembre 2021 al 31 gennaio 2022 gli incidenti sono stati 74, con 14 vittime e 60 feriti. Anche in questo caso i dati non comprendono eventi causati da malori, cadute, atti intenzionali o episodi di bracconaggio. Infatti tali cause non hanno a che fare con la pratica venatoria o non sono imputabili all’uso delle armi.

Lo studio riporta anche il numero di incidenti riscontrati nel corso dell’anno riguardanti altre attività outdoor, quali ad esempio l’escursionismo (102 morti e 265 feriti nel 2021, per lo più dovuti a cadute in dirupi e burroni), la balneazione (65 morti e 6 feriti escludendo i malori), gli sport invernali (24 morti e 47 feriti) e l’alpinismo/arrampicate (32 vittime).

____
Vuoi ricevere le notizie di Vivere Urbino in tempo reale sul tuo smartphone tramite WhatsApp e Telegram?
Per WhatsApp aggiungi il numero 3714499877 alla tua rubrica ed invia il messaggio "Notizie ON".
Per Telegram vai su https://t.me/vivereurbino e clicca su "Unisciti".


   

da Università degli Studi di Urbino "Carlo Bo"
www.uniurb.it





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-01-2022 alle 15:42 sul giornale del 31 gennaio 2022 - 204 letture

In questo articolo si parla di attualità, caccia, urbino, università di urbino, cacciatore, attività venatoria, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/cICp





logoEV
logoEV