Omicidio Ismaele Lulli, Ambera Saliji condannata a 5 anni

ambera saliji| 1' di lettura 16/03/2022 - È stata condannata a cinque anni di carcere, per concorso anomalo in omicidio volontario e aggravato, Ambera Saliji, la ragazza accusata di avere attirato in una trappola Ismaele Lulli, il ragazzo di Sant'Angelo in Vado ucciso nel 2015.

Ambera, all'epoca dei fatti fidanzata di Igli Meta (esecutore materiale dell'omicidio in concorso con Marjo Mema), era stata rinviata a giudizio a dicembre del 2020 su richiesta del Giudice per le indagini preliminari.

L'accusa di "concorso anomalo in omicidio volontario" era scaturita dal ruolo attivo che ebbe la ragazza negli accadimenti che portarono alla morte del giovane il 19 luglio del 2015. Fu infatti dal cellulare di Ambera che partì l'sms per Ismaele che convinse il ragazzo a presentarsi all'appuntamento con i suoi assassini (entrambi condannati all'ergastolo con sentenza definitiva nel 2018).

Il processo a carico della giovane, oggi ventiseienne, si svolto con rito abbreviato ed era partito a settembre dello scorso anni, la PM Irene Lilliu aveva richiesto una condanna di 6 anni e 8 mesi.

La difesa della giovane ha già preannunciato che presenterà ricorso in appello.

____
Vuoi ricevere le notizie di Vivere Urbino in tempo reale sul tuo smartphone tramite WhatsApp e Telegram?
Per WhatsApp aggiungi il numero 3714499877 alla tua rubrica ed invia il messaggio "Notizie ON".
Per Telegram vai su https://t.me/vivereurbino e clicca su "Unisciti".






Questo è un articolo pubblicato il 16-03-2022 alle 13:51 sul giornale del 16 marzo 2022 - 1126 letture

In questo articolo si parla di cronaca, urbino, sant'angelo in vado, processo, vivere urbino, tribunale di urbino, articolo, antonio mancino, ismaele lulli, omicidio ismaele lulli, ambera saliji, delitto lulli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cSAL





logoEV
logoEV