Approvato il Piano annuale per la gestione del cinghiale nella Riserva del Furlo

cinghiali 2' di lettura 31/03/2022 - Il consiglio provinciale approva il rinnovo dello schema di convenzione con la Valore Immobiliare srl, ovvero la società costituita dalla Provincia negli anni passati per «le attività finalizzate alla migliore valorizzazione e successiva alienazione degli immobili trasferiti».

«La società - ha evidenziato il direttore Marco Domenicucci - ha venduto quasi tutti i 14 beni che erano stati trasferiti. Ne sono rimasti alcuni e il rinnovo della convenzione è abituale: serve a dare supporto all’amministratore unico della società da parte della Provincia. Facendo in modo, contestualmente, che la Valore Immobiliare abbia dialogo continuo con l’Ente e rispetti i nostri regolamenti». Voto a favore del gruppo La Casa dei Comuni, astenuta Provincia in Comune.

PIANO ANNUALE PER LA GESTIONE DEL CINGHIALE - Via libera al Piano annuale 2022 per la gestione del cinghiale nella Riserva naturale statale Gola del Furlo (voto contrario del gruppo Provincia in Comune). L’obiettivo principale è il contenimento dei danni alle produzioni agricole nell’area protetta e nelle zone limitrofe. Come spiegato dal segretario generale Michele Cancellieri, rispetto all’anno precedente aumentano le stazioni di sparo (saranno 60, ndr) e i cacciatori ammessi e abilitati (saranno 63, ndr). «Il prelievo previsto quest’anno è di 147 cinghiali, basato su una presenza stimata di 225 esemplari». Voto contrario del gruppo Provincia in Comune: «Non perché il Piano sia fatto male - ha affermato il capogruppo Domenico Carbone - ma auspichiamo nuove modalità di gestione del problema e ulteriori azioni. Nelle aree intorno alla Riserva i danni sono ingenti». A favore del Piano il gruppo di maggioranza.

PROFUGHI - In apertura, spazio all’interrogazione presentata da Roberto Biagiotti (Provincia in Comune) in merito al sistema di accoglienza dei profughi ucraini e alle relazioni con la società Eurolex, che gestisce alcune strutture nel territorio. «La Provincia non ha rapporti con Eurolex - ha chiarito il presidente Giuseppe Paolini -. Dopo la riforma delle Province il nostro Ente non ha più competenze nel settore di protezione civile, servizi sociali e accoglienza dei profughi. Che sono state assegnate a Prefettura, Regioni e Comuni».






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-03-2022 alle 19:43 sul giornale del 31 marzo 2022 - 152 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, urbino, pesaro, provincia di pesaro e urbino, furlo, cinghiali, cinghiale, pesaro e urbino, riserva del furlo, comunicato stampa, gestione cinghiali

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/cWFD





qrcode