Diocesi, ritirata la mozione in Consiglio Regionale, Rossi: “Scusanti senza senso, occasione persa"

giacomo rossi 1' di lettura 29/06/2022 - Annunciata ma poi ritirata la mozione del consigliere regionale Giacomo Rossi volta ad impegnare il presidente della Regione a chiedere alla Santa Sede il mantenimento dell'Arcidiocesi di Urbino-Urbania-Sant’Angelo in Vado.

Lo scarso interesse mostrato dall'opposizione e dalla stessa maggioranza di cui Rossi fa parte ha spinto il consigliere di Apecchio al ritiro.

Sulla situazione che si è venuta a trovare il diretto interessato si esprime così: "Oggi il Consiglio Regionale ha perso l'ennesima occasione per stare vicino al nostro Entroterra. Ho dovuto infatti ritirare la mia mozione sulla difesa dell'Arcidiocesi di Urbino-Urbania-Sant'Angelo in Vado, perché sia dalla minoranza che dalla maggioranza non riceveva il giusto appoggio.

Scusanti senza senso, con lo zampino forse di qualche alto prelato costiero e romano.

Ancora una volta la politica anconetana è risultata distante e disattenta al Nostro Territorio, invece di sostenere la nostra Storia, la nostra Identità e l'importanza sociale che una Diocesi ha nel suo Territorio. È anche vero che se l'Entroterra non inizia a farsi sentire per bene e in tutto, continueremo solo a subire. Io continuo a fare la mia parte dentro le Istituzioni mettendo davanti l'interesse del mio Territorio ai ballottini e alla mia "carriera" politica".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-06-2022 alle 16:40 sul giornale del 29 giugno 2022 - 193 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, urbania, sant'angelo in vado, vivere urbino, diocesi di pesaro, consiglio regionale, Arcidiocesi di Urbino, comunicato stampa, accorpamento diocesi, arcdiocesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ddwn





logoEV
logoEV