Diocesi, Urbino e il Montefeltro: "I sindaci del territorio contattino Gruppi e Capigruppo in Consiglio Regionale"

duomo di urbino 1' di lettura 30/06/2022 - Purtroppo, i giorni scorsi, eravamo stati facili profeti quando avevamo detto che per ottenere il sostituto di Monsignor Tani, occorresse unità di intenti.

Non aiuta certamente quello che martedì è accaduto in Consiglio regionale in merito alla mozione presentata dal Consigliere regionale Giacomo Rossi dei Civici Marche.

Niente di rivoluzionario, il Consigliere Rossi aveva presentato il documento approvato all’unanimità dal Consiglio comunale di Urbino e fatto proprio da tutti i Sindaci della Diocesi nonché dal Presidente della Provincia Paolini che non solo condivideva il documento ma proponeva una marcia pacifica su Roma mentre noi proponevamo e proponiamo una raccolta firme (di cattolici e laici) da parte dei Sindaci per fare in modo che il fronte fosse "trasversale" e non di parte.

Ora è sbagliato dire che il documento è stato bocciato in quanto il Consigliere ha fatto bene a ritirarlo.

Bisogna avere un grande senso di responsabilità e, quindi, noi proponiamo che tutti i Sindaci della Diocesi rimandino il documento a tutti i Gruppi e Capigruppo in Consiglio regionale chiedendone l'approvazione.

Il mancato accoglimento della proposta - ma noi ci auguriamo che non avvenga - aprirebbe una frattura con la Diocesi di Urbino, Urbania e Sant’Angelo in Vado e con tutto il Montefeltro; quel Montefeltro che la Regione dice di considerarlo una risorsa culturale, turistica e sociale.

Giorgio Londei Capogruppo
Federico Cangini Consigliere


da Urbino e il Montefeltro
Gruppo Consiliare





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-06-2022 alle 08:06 sul giornale del 30 giugno 2022 - 143 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, Gruppo Consiliare, Arcidiocesi di Urbino, Urbino e il Montefeltro, consiglio comunale urbino, comunicato stampa, accorpamento diocesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ddAT





logoEV