Fabrizio Bentvoglio, Giulia Bellucci e Francesco Montanari alla 19^ edizione del Fossombrone Teatro Festval

fabrizio bentivoglio 4' di lettura 08/07/2022 - Saranno Fabrizio Bentvoglio, Giulia Bellucci e Francesco Montanari i protagonist dell’edizione 2022 del Fossombrone Teatro Festval, promosso e realizzato da Opera con il sostegno della Fondazione Monte di Pietà di Fossombrone: tre recital contraddistnt, come nella tradizione, dalla contaminazione tra parole e musica.

L’evento festeggia quest’anno la diciannovesima edizione: “Dopo due anni di pandemia, complessi e difcili per tut, torniamo in piazza, torniamo a teatro. C'è soddisfazione e anche emozione per il ritorno alla vita di questo progeto culturale che fn dalla prima edizione ha messo al centro la qualità e non la quanttà - ha spiegato Lorenzo Fiorelli -. Sappiamo quanto i forsempronesi e il territorio tuto tengano alla oramai tradizione estva del Fossombrone Teatro Festval, interrota bruscamente negli ultmi due anni dalla pandemia. Non abbiamo dubbi quindi sulla risposta del pubblico alle proposte artstche di questa edizione, scelte come sempre afdate alla qualità”.

Si parte domenica 10 luglio con Fabrizio Bentvoglio in “Letura Clandestna. La solitudine del satro” di Ennio Flaiano. Oltre all'atore, che ha ideato e curato lo spetacolo, sarà presente sul palco Ferruccio Spinet al contrabbasso. Il recital resttuisce alcuni tra gli innumerevoli artcoli che Flaiano scrisse per giornali e riviste, selezionat e let dall'atore milanese con il contrappunto musicale di Ferruccio Spinet per raccontarne e tramandare ai posteri la fgura di un uomo che, come pochi altri, ha saputo raccontare l'Italia per ciò che, incredibilmente, ancora oggi è.

Il secondo appuntamento è per mercoledì 27 luglio con lo spetacolo-concerto “GHITA, storia della fornarina”, con Giulia Bellucci per la regia di Giacomo Ferraù. Prodoto da Eco di Fondo, con il sostegno di Amat e del comune di Urbino, vedrà il ritorno nelle sue terre d'origine dell'atrice forsempronese. La note tra il 6 ed il 7 aprile di 500 anni fa, il mondo perdeva il divino pitore Rafaello. Accanto a lui, però, non vi è traccia di quella che, nella sua biografa o forse nella realtà, è stato il più grande amore: Margherita Lut, nota al grande pubblico come la Fornarina. Sarà proprio lei, la sua storia, a regalarci uno sguardo più umano del divino pitore.

A chiudere l'edizione 2022 sarà Francesco Montanari, giovedì 11 agosto, con il recital “Processo a Shylock”, ideato e direto da Elena Marazzita. L’artsta romano sarà accompagnato da Paolo Recchia al sax soprano e da Massimo Moriconi al basso eletrico.

“Tre autentci talent del teatro italiano, per un cartellone che rappresenta un eccellente punto di equilibrio tra classico e moderno - ha sotolineato Fiorelli - e che ci consente di tenere vivo il nostro desiderio: confermare il Fossombrone Teatro Festval come un evento vivace e interessante nel quale ritrovarsi, uno spazio condiviso dove interpret, regist, autori e pubblico si possano sentre a loro agio in una splendida cornice”.

“La cooperatva Opera riprende la produzione del FTF con grande entusiasmo dopo la pausa dovuta alla pandemia - ha dichiarato Mario Rosat, vicepresidente di Opera, responsabile area cultura e turismo -. Siamo felici di proporre una programmazione di grande valore, capace di comprendere spetacoli diversi ma tut all’insegna della qualità più alta e della capacità di creare stmoli e interesse.

Il nostro impegno, come al solito, è stato volto ad esaltare lo sforzo della Fondazione, come soggeto promotore e sostenitore della manifestazione, e a ofrire serate dalla grande valenza culturale ai citadini, adempiendo così alla nostra missione e al nostro ataccamento al territorio. Ringraziamo pertanto la Fondazione in primis e tut i sogget che hanno permesso e facilitato l’organizzazione, come l’Amministrazione comunale, con l’augurio che questa straordinaria tradizione possa ora contnuare e regalare ancora bellissimi moment e incontri artstci d’eccezione”.

“Mi preme sotolineare infne - ha concluso Fiorelli - che la manifestazione di quest'anno si colloca nell’ambito delle celebrazioni del 530^ dell'isttuzione a Fossombrone dell’antco Monte di Pietà, poi divenuto Monte di Credito su Pegno, avvenuta nel 1492, di cui la Fondazione Monte di Pietà di Fossombrone è la naturale contnuazione. A questo proposito abbiamo realizzato anche un logo celebratvo del 530° anniversario, che riprende il nostro logo già rivisitato in precedenza, fssando così le due date storiche, ovvero il 1492, anno di Fondazione, e 1507, quello del primo “statuto” redato e approvato da parte del Duca di Urbino Guidobaldo I”.

Com’è tradizione, si svolgeranno nella suggestva cornice dell’esedra di Piazza Mazzini, “un piccolo gioiello all’interno del centro storico di Fossombrone”, con inizio alle 21.30 e con ingresso gratuito.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-07-2022 alle 17:02 sul giornale del 08 luglio 2022 - 156 letture

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, fossombrone, Fossombrone Teatro Festival, giulia bellucci, francesco montanari, Fabrizio Bentivoglio, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/de2B





logoEV
logoEV