Alluvione, Rossi (Civici): "Annullare la tassa di bonifica nelle zone alluvionate e attivare convenzioni con agricoltori per pulizia fiumi"

2' di lettura 28/09/2022 - “Sospendere il pagamento del contributo di bonifica nei Comuni marchigiani colpiti dall’alluvione, condonare le vecchie cartelle non pagate e favorire la stipula di convenzioni dirette con gli imprenditori agricoli per gli interventi di manutenzione del reticolo idrografico”.

È quanto propone il Consigliere regionale Giacomo Rossi (Civici Marche) in due mozioni depositate, a seguito anche dei fatti alluvionali del 15 settembre scorso.

Aggiunge Rossi: “Con un'apposita mozione chiedo che venga sollecitato l’annullamento del pagamento delle cartelle relative al contributo di bonifica inviate dal Consorzio di Bonifica delle Marche ai contribuenti residenti in tutti i Comuni marchigiani colpiti dall’alluvione unita al condono delle vecchie cartelle non pagate. Ciò consentirà, in un momento di estrema difficoltà economica, di alleggerire i cittadini di questi comuni di ulteriori impegni finanziari, rimandando la definizione delle modalità di pagamento alla fase di approvazione e attuazione della mia proposta di legge di riforma del Consorzio di Bonifica, che aspetta solo di essere discussa in aula. Tra l’altro, mandare questi bollettini dopo che in tanti casi il Consorzio di Bonifica non ha preso in carico le segnalazioni arrivate per pulire i fiumi, sembrerebbe pure una beffa. Non solo annullare le cartelle in essere ma anche quelle precedenti non pagate. È il minimo".

Continua l'esponente dei Civici Marche: “Ho presentato inoltre anche un’altra mozione, volta a impegnare la Giunta regionale a mettere in atto tutte le azioni necessarie, affinché vengano stipulate direttamente dagli organi regionali, convenzioni con gli imprenditori agricoli, per il monitoraggio e la riduzione del rischio idrogeologico nei nostri corsi d’acqua, così come previsto dall’art. 15 del Dlgs 228/2001 oltre a quelle già poste in essere dal Consorzio di Bonifica. Credo che questo sia il miglior modo di tenere sotto controllo i nostri corsi d’acqua: se consideriamo che gli imprenditori agricoli rappresentano la prima linea nel monitoraggio dei fiumi che attraversano i loro terreni, concedendogli la possibilità di tenere puliti gli argini, avremo sicuramente un maggior controllo e minori rischi di esondazioni nei casi di eventi meteorologici particolari come quello del 15 settembre. Bisogna agire, le chiacchiere non servono”.


da Giacomo Rossi
Capogruppo regionale Civici Marche





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-09-2022 alle 21:08 sul giornale del 28 settembre 2022 - 66 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, alluvione, Giacomo Rossi, cantiano, comunicato stampa, civici marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dszn





logoEV
logoEV