Unesco, Urbino e il Montefeltro: "Aumentare la dimensione del nostro sito"

1' di lettura 11/10/2022 - Nell'ultimo Consiglio comunale ha trovato spazio - all'interno del D.U.P. (Documento Unico di Programmazione) 2023-2025 - il capitolo dedicato al sito Unesco della Città per mantenere la qualifica e sviluppare gli effetti positivi per i cittadini, i turisti, gli studenti e, in genere, ospiti della Città.

Noi crediamo che uno degli obiettivi fondamentali debba essere mantenere e sviluppare le relazioni internazionali, nazionali, locali e territoriali.

Tutti ci dobbiamo sentire impegnati in un lavoro strategico che possa portare - nel tempo - a rinnovare anche l'immagine della Città per attrarre sempre più turisti e anche operatori economici mettendo in evidenza che investire in Urbino, la qualifica di Città dell'Unesco aumenta il valore degli investimenti.

Noi crediamo - da qui il motivo del nostro comunicato - fortemente che dobbiamo - in uno sforzo corale ed unitario - richiedere alla Commissione preposta dai siti Unesco di aumentare la dimensione del nostro sito che ci pare troppo esigua di fronte a un paesaggio, di parchi - basti pensare a quello delle Cesane, cantato, tra gli altri, da scrittori e poeti come Pascoli, Volponi e Piersanti - e a borghi (si pensi a Castel Cavallino, solo come esempio) incontaminati e unici.

Non crediamo che sia un traguardo possibile e, comunque, un obiettivo da perseguire.

Giorgio Londei Capogruppo
Federico Cangini Consigliere


da Urbino e il Montefeltro
Gruppo Consiliare





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-10-2022 alle 15:07 sul giornale del 11 ottobre 2022 - 80 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, unesco, Gruppo Consiliare, patrimonio mondiale dell'umanità, Urbino e il Montefeltro, consiglio comunale urbino, comunicato stampa, sito unesco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dvga





logoEV
logoEV
qrcode