SPID e firma digitale: quale applicazione trovano nell'ambito dell'Unione Europea?

3' di lettura 15/12/2022 - Lo SPID è il Servizio Pubblico Identità Digitale ed è molto utile, perché permette di entrare ed interagire con i servizi online della Pubblica Amministrazione.

Rispetto alle soluzioni classiche, come spiegato sul sito ufficiale di lettera senza busta, questo servizio per la firma digitale sorpassa le logiche degli abbonamenti e consente di firmare documenti digitali validi per le comunicazioni istituzionali senza costi fissi o ricorrenti. Servizi gratuiti di questa natura al momento rappresentano un'esclusiva Italiana ma non si esclude che il mercato possa evolversi in questa direzione anche a livello comunitario.

Nelle prossime righe andremo infatti a vedere come lo SPID verrà utilizzato in ambito dell’Unione Europea.

Che cos’è lo SPID europeo

Lo SPID europeo non è altro che un portafoglio digitale che viene reso accessibile per i cittadini, i residenti le imprese presenti nell’Unione Europea. Il funzionamento è lo stesso dello SPID italiano e serve per agevolare e rendere più fruibili i servizi pubblici e privati disponibili sia online che offline in Europa. Attraverso lo SPID è possibile effettuare i pagamenti e conservare i propri documenti d’identità, come per esempio la patente di guida. Ogni utente avrà a disposizione la possibilità di controllare i propri dati presenti sullo SPID europeo. Sarà infatti possibile scegliere quali dati personali condividere al pubblico e quali no, tenendo sempre traccia di tutti i movimenti. La commissione sta spingendo molto per rendere questo progetto una realtà concreta e ha invitato tutti gli Stati membri a mettere a disposizione dei propri cittadini dei pacchetti comuni. Allo stesso tempo, stanno venendo analizzati e risolti tutti gli aspetti tecnici relativi alla realizzazione dello SPID europeo.

Quali vantaggi porta l’ottenimento dello SPID europeo

Una volta aver capito che cos’è e come funziona possiamo analizzare insieme i molteplici vantaggi che porta l’ottenimento dello SPID europeo:

  • Possedere un’identità digitale valida ovunque all’interno dell’Unione Europea;
  • Avere sempre la possibilità di poter controllare quante informazioni condividere con i servizi che necessitano di condivisione dati;
  • Poter usufruire di tutti i tuoi documenti tramite una semplice e pratica app;
  • Avere la possibilità di condividere e conoscere informazioni di terzi tramite il portale;
  • L’uso delle informazioni e dei diritti principali che ogni Stato concede al proprio cittadino

In quali contesti si può utilizzare lo SPID europeo?

L’identità digitale europea è molto versatile e avrai la possibilità di usufruire di questo servizio in molteplici situazioni:

  • Segnalare un eventuale cambio di residenza;
  • Richiedere tutte le documentazioni più importanti (certificato di nascita, certificato medico, documenti d’identità);
  • Aprire un conto in banca intestato a tuo nome;
  • Effettuare la dichiarazione dei redditi;
  • Inviare la domanda per l’università, sia che appartenga al tuo Paese, sia che sia di un altro Stato;
  • Ottenere e conservare una certificazione medica che abbia validità in tutti i Paesi dell’UE
  • Mostrare e certificare la propria età;
  • Usufruire della patente di guida in maniera digitale per noleggiare un veicolo;
  • Mostrare i propri documenti d’identità per effettuare un check-in in un albergo;
  • Chiedere ad una banca un prestito.

Quante persone utilizzano lo SPID europeo?

Come abbiamo visto, utilizzare lo SPID europeo, porta ad avere numerosi benefici, ma nonostante ciò è ancora poco conosciuto. I dati riportati dal sito ufficiale dell’Unione Europea mostrano come solamente il 60% della popolazione di 14 Stati membri è capace di utilizzare la carta d’identità digitale nazionale anche a livello europeo. Il progetto rimane comunque molto interessante e ambizioso, l’obbiettivo è quello di passare da un 60% ad un 80% attraverso un processo di collaborazione tra la Commissione europea e tutti gli Stati membri.

Si tratta sicuramente di una strategia lunga e complicata che però utilizza strumenti ben organizzati capaci di poter ottenere i risultati sperati entro il 2030.


   

di Redazione





Questo è un articolo pubblicato il 15-12-2022 alle 19:46 sul giornale del 15 dicembre 2022 - 50 letture

In questo articolo si parla di redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/dIK4


logoEV
logoEV
qrcode