Marche Multiservizi pronta a iniziare i lavori nei comuni alluvionati

2' di lettura 04/03/2023 - Finalmente il Mef ha accreditato alla Regione Marche i primi 96,7 milioni di euro dei 400 che il Governo ha destinato a copertura dei danni dell’alluvione del 15 settembre 2022 nelle provincie di Pesaro Urbino e Ancona.

Marche Multiservizi ha accolto con soddisfazione le dichiarazioni del presidente della Regione Francesco Acquaroli che ha individuato come priorità d’intervento il ripristino delle reti acquedottistiche, delle fognature e dei depuratori, quale elemento indispensabile per il rilancio del territorio interessato all’alluvione.

Come già evidenziato in più occasioni, le infrastrutture devastate dall’alluvione nel territorio gestito da Marche Multiservizi hanno subito danni per oltre 40 milioni di euro. Il loro ripristino è urgente e indispensabile per prevenire criticità nella distribuzione dell’acqua potabile e soprattutto per gli aspetti igienico sanitari causati dalla distruzione di parte delle reti fognarie e di depuratori.

Con il vice-commissario per l’emergenza alluvione, ing. Stefano Babini, è stato convenuto di partire con la prima tranche di interventi che possono rientrare nella somma urgenza, e quindi con una rapida esecuzione, il cui valore è di circa 5.148.000 milioni di euro.

Questi interventi saranno realizzati nei comuni di Cagli, Cantiano, Frontone, Pergola e Serra Sant’Abbondio e riguardano tratti di condotte idriche, serbatoi, fognature e depuratori che saranno in grado di dare già un piccolo sollievo ad alcune parti del territorio danneggiato.

La documentazione relativa ai progetti e agli aspetti tecnici verrà inviata immediatamente all’AATO Marche Nord Pesaro Urbino, che è il soggetto attuatore nominato dalla Regione Marche, per l’avvio del percorso autorizzativo che auspichiamo sia il più veloce e rapido possibile affinché si possano avviare le operazioni di ripristino e rifacimento delle parti danneggiate.

L’eccezionalità della situazione richiede, quindi, la massima e fattiva cooperazione di tutti i soggetti coinvolti ed interessati all’iter autorizzativo.

L’arrivo dei fondi ci consente così di partire nel dare un fattivo contributo alla collettività, alla popolazione e alle imprese di un territorio fortemente colpito e che ora versa in gravi condizioni.

Marche Multiservizi come sempre, e come ha dimostrato fin dalla sera stessa dell’alluvione, vuole e deve essere a fianco delle amministrazioni comunali affinché, con il proprio intervento, possa essere di sostegno alla fase di ricostruzione -che comunque non sarà breve- ma che deve essere efficace e strutturalmente definitiva.

Con riferimento a quest’aspetto, l’Azienda ha già avviato le fasi progettuali degli interventi definitivi e strutturali delle opere da ricostruire, prevedendo costruzioni diverse rispetto al passato: un esempio per tutti sono i collettori posati nell’alveo del fiume che saranno doverosamente spostati nelle sedi stradali, rendendoli più sicuri e non soggetti alle esondazioni del fiume.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-03-2023 alle 09:15 sul giornale del 04 marzo 2023 - 26 letture

In questo articolo si parla di attualità, cagli, frontone, pergola, cantiano, serra sant'abbondio, Marche Multiservizi S.p.A, comunicato stampa, alluvione 15 settembre, alluvione settembre 2022

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dVJj





logoEV
logoEV
qrcode