Squillano i telefonini di tutti i cittadini (o quasi), primo test per il servizio IT-Alert nelle Marche

1' di lettura 12/09/2023 - Tra le 12 e le 12:05 hanno squillato i telefonini di tutti (o quasi) i marchigiani. Un allarme sonoro che ha fatto sobbalzare in molti, con gli sms arrivati quasi in contemporanea con suoneria a tutto volume e vibracall. È il primo test-alert del nuovo servizio di Allarme Pubblico Nazionale introdotto dal Governo in via serimentale.

Il IT-Alert test ha interessato la regione Marche. Quasi tutte le persone presenti sul territorio marchigiano e muniti di un dispositivo collegato alla rete di telefonia mobile come Smartphone, Telefono Cellulare, Tablet con scheda SIM ecc.(in pochi non sono stati agganciati) hanno ricevuto un messaggio di test.

Questo primo test ha avuto l'obiettivo di verificare il funzionamento sulle varie tipologie di telefono e sui sistemi operativi. Quando il servizio andrà a regime, il Servizio Nazionale della protezione civile con IT-alert integrerà le modalità di informazione e comunicazione già previste per informare la popolazione, “allo scopo di favorire l’adozione delle misure di autoprotezione in rapporto alla specifica tipologia di rischio e al contesto di riferimento. IT-alert, infatti, si affianca ai sistemi di allarme già esistenti anche a livello locale, non è salvifico in sé, ma è finalizzato, rispetto a un determinato evento avvenuto o imminente, a consentire la diramazione rapida delle prime informazioni sulle possibili situazioni di pericolo. Il messaggio IT-alert viene ricevuto da chi si trovi nella zona interessata dall'emergenza o dall'evento calamitoso e abbia un cellulare attivo.






Questo è un articolo pubblicato il 12-09-2023 alle 14:07 sul giornale del 12 settembre 2023 - 216 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, giulia mancinelli, marche, emergenza, articolo, it-alert

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/ersI





logoEV
logoEV
qrcode