Riceci, Comitato No Discarica: "Un teatrino di rimpalli utile a nascondere altre reali intenzioni"

2' di lettura 28/10/2023 - Dalla stampa odierna (Corriere Adriatico 27/10/23) scopriamo delle ricostruzioni che fanno partire il progetto di discarica dall’estate del 2021 per mano dell’amministratore delegato di MMS. Ricordiamo con chiarezza che lo stesso AD ha riferito di esser stato cercato da alcuni imprenditori sammarinesi, mentre lo stesso Rossini ha dichiarato di esser stato cercato lui da amministratori e/o politici di queste parti

Abbiamo il forte dubbio che ancora ci siano molte carte da scoprire e che alcune di queste possano essere compromettenti, torniamo ad auspicare un rinnovato interesse da parte della magistratura nei confronti di questa vicenda.

Si lascia intendere che una società importante come MMS sia “inciampata” sulle distanze inadeguate, mentre lo stesso sindaco di Petriano (fonte Corriere Adriatico) ha fermato l’agenzia immobiliare proprio per questo motivo. Dobbiamo credere che Marche Multiservizi si è impegnata per 25 milioni di euro, avendone già spesi 3,2, pur sapendo che le distanze sono insu­fficienti in base ai termini di legge? A questo punto chiediamo che venga fatta chiarezza, attraverso l’interpretazione autentica della norma regionale che indichi, senza possibili ulteriori interpretazioni, la distanza a cui può stare dai centri abitati un impianto “misto” come quello in progetto. Venga chiarito come mai si prevede di abbancare rifiuto urbano (o ad esso assimilabile) al di fuori della programmazione pubblica del piano d’ambito rifiuti dell’ATA. Noi non crediamo che in MMS lavorino degli incompetenti, abbiamo la certezza che tutto questo teatrino di rimpalli sia utile per nascondere altre reali intenzioni, tenendo occupata la cittadinanza dietro a questioni non risolutive (lo continuiamo a ripetere da mesi, la questione distanza dal centro abitato non sarà risolutiva se non viene chiarita la tipologia di rifiuto e per esempio se la concomitanza delle due tipologie non ricada sulla distanza maggiore a prescindere dalle quantità percentuali abbancate). Per questo motivo torniamo a richiedere a gran voce il ritiro del progetto da parte di Aurora e Marche Multiservizi e le dimissioni dell’amministratore delegato della stessa MMS.

L’attuale sindaco di Urbino, Maurizio Gambini, sulla stampa (Corriere Adriatico del 25/10) afferma che “I rifiuti zero non esistono” non sapendo forse dell’esistenza di una consolidata realtà in Italia, che si chiama Zero Waste ovvero Rifiuti Zero. Quest’ultima non solo ha fatto e sta facendo scuola di economia circolare in tutta la penisola, ma anche oltre confine, con progetti che vedono coinvolte capitali europee.

Francesco Veterani portavoce
Assemblea Permanente dei Cittadini Urbino contro la discarica di Riceci


   

da Urbino contro la discarica di Riceci
Comitato





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-10-2023 alle 11:06 sul giornale del 28 ottobre 2023 - 238 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, discarica, Petriano, rifiuti zero, comunicato stampa, riceci, discarica di riceci, riceci di petriano, comitato no discarica di riceci, urbino contro la discarica di riceci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/ezk0





logoEV
logoEV
qrcode