Al via i lavori per la Centrale Operativa Territoriale di Urbino, il Dipartimento Prevenzione si sposta in Ospedale

ospedale di urbino 2' di lettura 29/11/2023 - Al via i lavori per la Centrale Operativa Territoriale di Urbino. Come da cronoprogramma secondo le tempistiche previste dal PNNR lunedì scorso la ditta esecutrice ha preso possesso dei locali per avviare la realizzazione, con un investimento di 173 mila euro.

“Siamo ad un momento cruciale per la costruzione di queste strutture - prosegue il Direttore Generale Ast Pu Nadia Storti - che diventeranno il perno della riorganizzazione della sanità territoriale, perno della gestione della sanità territoriale, con l’obiettivo di coordinare i servizi del territorio, assicurando una stretta sinergia fra rete di emergenza-urgenza, l’ospedale e i servizi territoriali e domiciliari. Se tutto andrà come da cronoprogramma, nella prossima primavera i locali saranno pronti per ospitare le attività”.

La COT di Urbino avrà una superficie utile lorda di circa 280 metri quadrati e soddisferà tutti i requisiti minimi strutturali-impiantistici dettati dalle normative di autorizzazione relativi alle attività in esso contenute e dagli standard previsti nello schema di Decreto del Ministero della salute relativamente ai Modelli e standard per lo sviluppo dell’ Assistenza Territoriale nel Servizio Sanitario Nazionale”.

In particolare accoglierà le seguenti funzioni:

- una Sala Operativa che può ospitare 4 operatori
- un ufficio per il coordinatore;
- un ufficio per le attività amministrative;
- una sala Riunioni attrezzata anche per la telemedicina
- un archivio;
- una area relax
- due spogliatoi suddivisi per sesso;
- due bagni di cui uno accessibile ai portatori di handicap;
- un locale pulizie;
- locali tecnici

La (COT) è un modello organizzativo che svolge una funzione di coordinamento della presa in carico della persona e raccordo tra servizi e professionisti coinvolti nei diversi setting assistenziali: attività territoriali, sanitarie e sociosanitarie, ospedaliere e dialoga con la rete dell’emergenza-urgenza. L’obiettivo della COT è quello di assicurare continuità, accessibilità ed integrazione dell’assistenza sanitaria e sociosanitaria.

“Stiamo rispettando le indicazioni della ‘Milestone PNRR’ dimostrando capacità ed efficienza - conclude l’assessore alla Sanità della Regione Marche Filippo Saltamartini - le Cot saranno fondamentali per permettere il coordinamento di tutte le attività e garantiranno equità di accesso e prossimità territoriale dei servizi, con spazi flessibili ed adeguati dal punto di vista architettonico e funzionale per gli operatori”.

Per realizzare i lavori il dipartimento di prevenzione di Urbino e il servizio vaccinazioni (vaccinazione antiinfluenzale, vaccinazione contro Covid19, vaccinazioni internazionali, screening oncologici), si trasferiscono, dalla sede di Via Comandino 21, al secondo piano dell’Ospedale di URBINO. All’ingresso del nosocomio è già posizionata l’opportuna segnaletica con l’indicazione della nuova sede per agevolare gli utenti.

____
Vuoi ricevere le notizie di Vivere Urbino in tempo reale sul tuo smartphone tramite WhatsApp e Telegram?
Per WhatsApp aggiungi il numero 3714499877 alla tua rubrica ed invia il messaggio "Notizie ON".
Per Telegram vai su https://t.me/vivereurbino e clicca su "Unisciti".


   

da Azienda Sanitaria Territoriale
Pesaro-Urbino





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-11-2023 alle 16:02 sul giornale del 29 novembre 2023 - 392 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, urbino, ospedale, pesaro, ospedale di urbino, ast, comunicato stampa, azienda sanitaria territoriale, centrale operativa territoriale, ospedal di urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/eEMG





logoEV
logoEV
qrcode