Gambini, "chiaramente"...

maurizio gambini 2' di lettura 02/03/2024 - In un video postato sulla pagina FB del Comune, dopo l’audizione resa alla Commissione parlamentare sulle ecomafie, il sindaco Gambini ha pronunciato un’autodifesa che si è rivelata un boomerang mediatico e politico.

Il suo ufficio di sindaco appariva come un fortino assediato difeso da un esercizio solipsistico che segna la crisi irreversibile di una guida politica credibile e affidabile. Non solo, ma ha rivelato platealmente la sua angustia culturale, un linguaggio stereotipato dai toni arroganti e ultimativi, una vanità affabulatoria, vuota di contenuti, intercalata dall’uso ossessivo, alquanto molesto, dell’avverbio «chiaramente» che appariva comico perché di chiaro in quello che diceva non c’era proprio nulla se non la solita litania di contraddizioni ormai insopportabili in merito alla discarica di Riceci.

Se fosse un po’più lucido, dovrebbe gettare la maschera e dire che lui è sempre stato favorevole alla discarica vista sotto l’aspetto di un business che avrebbe favorito soprattutto i soci privati di Mms e siccome il Consiglio comunale ha votato all’unanimità un odg contrario alla realizzazione di una mega discarica a Riceci, dare le dimissioni da sindaco in quanto sfiduciato dalla sua stessa maggioranza consiliare.

A questo punto mi chiedo perché, anche dopo l’audizione dell’ad di Mms Tiviroli alla commissione parlamentare sulle ecomafie, il sindaco continui a cimentarsi su un argomento che gli si ritorce contro e che è entrato prepotentemente nella campagna elettorale per le prossime elezioni comunali. Un atteggiamento coerente con la sicumera del self-made man che sfida un’opinione pubblica stanca dei suoi atteggiamenti autoritari e di un falso civismo appaltato alla peggiore destra che governa il Paese.

Finora non era mai andato a sbattere contro una parte consistente dell’opinione pubblica e la paura di non riuscire più a convincerla lo porta a reiterare gli errori e a diventare il megafono di sé stesso. Ormai quello che dice sulla discarica solleva solo risentimento perché si è capito e toccato con mano la sua cronica incapacità di elaborare un progetto e un programma di interventi per la rinascita della città alla cui decadenza ha contribuito in modo determinante. Vedremo cosa succederà ancora. Intanto oggi (ieri, 1 marzo, ndr) il “Carlino” ha pubblicato una lunga intervista all’ex sindaco di Petriano Domenico Passeri che rinnova ed approfondisce le accuse rivolte a Gambini. In attesa dell’ennesima replica a canali unificati, una domanda: ma glielo ha ordinato il dottore di fare il terzo mandato? E un invito: si tolga gli stivali e si riposi perché ha già dato ed "Errare humanum est, perseverare autem diabolicum”.


   

di Ermanno Torrico





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-03-2024 alle 19:24 sul giornale del 02 marzo 2024 - 498 letture

In questo articolo si parla di urbino, politica, Maurizio gambini, ermanno torrico, comunicato stampa, riceci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/eSe1





logoEV
logoEV
qrcode