In aumento il turismo enologico, i dati della CNA

2' di lettura 12/04/2024 - Non solo cultura, ma anche vino. O, meglio, cultura del vino. Pesaro, Capitale italiana della cultura può contare su un polo attrattivo non di poco conto: le aziende vitivinicole della provincia, in grado di creare movimento turistico.

Secondo i dati nazionali della CNA, infatti, solo quest’anno saranno 12 milioni i turisti del vino. Un dato che segna un incremento del 20 per cento circa rispetto allo scorso anno. Per non meno di 18 milioni di pernottamenti collegati direttamente al fenomeno. A stimarlo l’indagine congiunta di CNA Turismo e Commercio e di CNA Agroalimentare diffusa alla vigilia del Vinitaly, il salone dei vini e dei distillati che si terrà a Verona da domenica 14 a mercoledì 17 aprile.

Secondo l’indagine, l’enoturista è perlopiù un vacanziere di fascia medio-alta che oltre alla spesa diretta per il viaggio acquista prodotti (vino e specialità enogastronomiche) per sé e la propria famiglia e spende in regalistica diretta o tramite voucher più del turista generico medio. Inoltre, in particolare nel periodo della vendemmia, l’enoturista può dedicarsi ad attività esperienziali, quelle insomma con cui “ci si sporca” le mani impegnandosi in mansioni agricole o artigianali.

Le cantine dove si produce vino nelle Marche sono 1.176. Di queste oltre 230 si trovano in provincia di Pesaro e Urbino. Le Marche vantano 15 DOC, 5 DOCG e 1 IGT.

Nella provincia di Pesaro Urbino non sono presenti DOCG, ma tre DOC della regione. Con i vitigni Malvasia bianca lunga e Biancame (conosciuto anche come Bianchello o Greco di Bianchello) si produce il Bianchello del Metauro, presente anche nelle varianti superiore, spumante e passito. Il Pergola è un’altra DOC della provincia, ottenuto con vitigno Aleatico e presente anche nelle varianti aleatico, anche nelle tipologie superiore, riserva, spumante e passito, rosato anche frizzante, rosè spumante e rosso, anche nelle tipologie novello, superiore e riserva. Con i vitigni Trebbiano toscano, Verdicchio bianco, Biancame, Pinot grigio, Pinot nero, Pinot bianco, Riesling italico, Chardonnay, Sauvignon, Sangiovese, Cabernet franc, Cabernet sauvignon e Merlot viene prodotto il Colli Pesaresi nelle varianti bianco, biancame, trebbiano, rosso, rosato, sangiovese anche in tipologia riserva e novello, spumante.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-04-2024 alle 21:06 sul giornale del 12 aprile 2024 - 74 letture

In questo articolo si parla di attualità, turismo, urbino, cna, pesaro, enologia, cna pesaro e urbino, comunicato stampa, turismo enologico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/eYpS





qrcode