Un Centro Sperimentale di Medicina non convenzionale a Urbino? La mozione del M5S

agopuntura 3' di lettura 13/05/2024 - Secondo gli ultimi dati ISTAT, nel 2022 la speranza di vita alla nascita era stimata in 80,5 anni per gli uomini e in 84,8 anni per le donne, ma diverso è il dato sulla speranza di vita in buona salute, cioè il numero di anni che una persona può aspettarsi di vivere prima di diventare malato cronico o disabile.

Questo dato nel nostro Paese è inferiore alla media europea: 61,2 anni per gli uomini e 59,1 anni per le donne. Quasi il 50% della popolazione over 75 anni soffre di tre o più patologie croniche che limitano fortemente le attività abituali e la Regione Marche è agli ultimi posti fra le Regione del Centro e del Nord Italia per numero medio di anni di “Speranza di vita senza limitazioni nelle attività a 65 anni ”.

A questi dati di per sé già preoccupanti, vanno aggiunti quelli sul costo economico riguardo la spesa farmaceutica totale, che ha raggiunto la cifra significativa di 34,1 miliardi di euro, con un trand in costante aumento. L’utilizzo dei farmaci pone anche una rilevanza ambientale, in particolare per l’habitat acquatico e specialmente per quello delle acque superficiali, fortemente influenzate dagli effetti dell’uso umano dei farmaci.

Nella prospettiva di un orientamento multidisciplinare ai processi di cura, si ritiene da più parti che possano dare un contributo importante le medicine complementari, ossia l’insieme dei sistemi terapeutici cosiddetti non convenzionali, come l’agopuntura e la medicina tradizionale cinese, la fitoterapia, l’omeopatia, l’omotossicologia e la medicina antroposofica, il cui esercizio è tutelato dalla Legge Regionale 43 del 2013.

Una Regione virtuosa è la Toscana, che nel 1996 ha realizzato un percorso per includere le complementari, dette anche Medicine non convenzionali (MnC), nei Piani sanitari regionali. Dopo oltre 10 anni di politiche per l’integrazione, ad oggi si contano circa 60 ambulatori pubblici che forniscono ai cittadini toscani servizi di medicina complementare e non convenzionale quali: agopuntura, omeopatia e fitoterapia. Queste terapie sono valutate come uno strumento per la promozione/produzione di salute e il progressivo cambiamento degli stili di vita in senso salutista. L’esperienza di questa Regione nel campo dell’integrazione delle medicine non convenzionali nel sistema sanitario regionale è unanimemente considerata la più significativa in Italia e può essere un riferimento per percorsi analoghi.

Nella nostra Regione, più precisamente nella città ducale di Urbino, è presente l’Istituto di Medicina Naturale che è un progetto culturale sulle medicine complementari e sulla prevenzione primaria, al cui interno ricade il Polo di Medicina Integrata, unito a doppio filo al Festival Biosalus nato dallo stesso ideatore, Antimo Zazzaroni che ho avuto il piacere di conoscere. Mi ha presentato l’idea di un progetto pilota per l’avviamento di un Centro Sperimentale Convenzionato, appunto presso il Polo di Medicina Integrata dell’Istituto di Medicina Naturale di Urbino, allo scopo di dimostrare la possibile diminuzione dei costi della spesa sanitaria per il SSR, in particolare nei casi di patologie croniche e, contestualmente, che la salute di soggetti presi in carico possono ottenere un evidente vantaggio anche dal punto di vista salutistico. Inoltre, presso la UOC di Oncologia AST1 Pesaro Urbino è in via di creazione un ambulatorio di Oncologia Integrata che si ispira agli stessi principi. Ho pertanto protocollato una mozione per proporre al Consiglio regionale di valutare l’opportunità di supportare il progetto pilota denominato: “ Centro Sperimentale Convenzionato - “Restare e Tornare in salute””, sviluppato dal Polo di Medicina Integrata dell’Istituto di Medicina Naturale di Urbino che spero venga discussa presto e votata all’unanimità.


   

da Marta Ruggeri
Coordinatrice provinciale del M5S





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-05-2024 alle 16:33 sul giornale del 13 maggio 2024 - 200 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, istituto di medicina naturale, omeopatia, fitoterapia, M5S, agopuntura, marta ruggeri, comunicato stampa, m5s pesaro urbino, medicina non convenzinale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/e3RW





logoEV
logoEV
qrcode