Riduzione dei tassi di interesse? CNA: "Ancora troppo poco"

Claudio Tarsi 1' di lettura 07/06/2024 - "Tanta attesa per nulla o quasi. I tassi di interesse calano ma ancora in maniera insufficiente rispetto alle esigenze dei cittadini e delle imprese".

Il direttore della CNA di Pesaro e Urbino, Claudio Tarsi commenta così la decisione della Banca centrale europea che ha deciso di abbassare di un quarto di punto il tasso di interesse.

“È positivo il provvedimento - aggiunge - ma si tratta di una misura ancora ampiamente insufficiente. CNA auspica quindi che sia solo un primo passo: ora la Bce deve proseguire il percorso di discesa dei tassi in maniera robusta e rapida”.

Secondo la CNA “Il problema maggiore che l’Italia si trova ad affrontare non è più l’inflazione (scesa ai minimi europei), ma il rischio di stagnazione economica, come dimostra il calo in valore e in volume dei consumi registrato dall’Istat proprio ieri”.

“Adesso la CNA - aggiunge Tarsi - chiede alle banche italiane di adeguarsi subito alle decisioni della Bce evitando gli irrigidimenti che continuano a far soffrire in particolare artigiani e piccole imprese, anche nella nostra provincia”. “Il rischio che corriamo - conclude il direttore della CNA - è di vedere definitivamente compromessa la competitività delle imprese e di conseguenza la capacità dell’Italia di crescere a percentuali superiori all’uno per cento. La politica di rigidità della Bce di Christine Lagarde non sta aiutando affatto le nostre imprese, specie quelle che hanno contratto mutui e finanziamenti. Ecco perché auspichiamo ulteriori e più decise riduzioni dei tassi di interesse”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-06-2024 alle 18:02 sul giornale del 07 giugno 2024 - 28 letture

In questo articolo si parla di economia, urbino, cna, pesaro, cna pesaro e urbino, comunicato stampa, Claudio Tarsi, tassi di interesse

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/e73w





logoEV
logoEV
qrcode