Dal 12 giugno al via "I mercoledì della Pieve - Gaifa racconta”

2' di lettura 09/06/2024 - Dal 12 Giugno in poi, presso il Circolo Culturale Pieve di Gaifa a Canavaccio di Urbino appuntamento ogni mercoledì con "I Mercoledì della Pieve - Gaifa racconta".

URBINO UN’ESPERIENZA DA VIVERE, UN RICORDO DA CUSTODIRE

STORIE
Benvenuti alla Pieve di Gaifa, dove sarete accolti da Dame e Conti che vi racconteranno le origini della storia di Urbino a partire da Gaifa stessa, dove il piccolo Federico da Montefeltro trascorse parte della sua infanzia.

NATURA
Scoprirete i boschi e i ruscelli che il duca da bambino percorreva per raggiungere i castelli dei Conti, i mulini del 400 e conoscerete la storia dell’Abbazia, dove trovò rifugio.

ARTE e ARTIGIANATO
Incontrerete le maestranze artigiane che hanno mantenuto nei secoli le antiche tradizioni artistiche, vi sveleranno i segreti di bottega che hanno formato i grandi artisti, e vi guideranno infine alla realizzazione di un’opera d’arte come ricordo della vostra esperienza.

SAPORI
Sarete attratti inoltre dai profumi della cucina del refettorio rinascimentale, i prodotti della nostra terra, sapori antichi di eccellenze enogastronomiche.

ESPERIENZE
Gaifa è la sintesi di questa storia in un unico luogo, che ha visto evolversi la specie umana, narrata attraverso il nostro campo didattico. Dai Piceni, ai Romani, alle corti medievali e fino ai giorni nostri: sarete i protagonisti di questa storia millenaria.

LEGGENDE
Un castello che porta il nome del suo signore Primicilio, ma che può ancora raccontarti dell’amore di Antonio per la sua Bruschina: fanciulla dall’animo combattivo e fiero, di chi porta ancora nella memoria le origini longobarde e i culti antichi dai tempi degli dei.
La misteriosa campana Brombolona, che riportava l’iscrizione del quadrato magico “SATOR”, ora scomparsa lasciando il suo nome alla torre come unica superstite delle vestigia del castello…

DOVE
Ci troviamo nelle terre dell’antico Ducato di Urbino e nell’attuale località Canavaccio, di fronte al monte Pietralata, in prossimità della Gola del Furlo. Qui, alle pendici dei monti delle Cesane, scorre il fiume Metauro che ha reso Gaifa un luogo naturalmente fertile e culturalmente ricco di arte, storia e tradizioni.

Ospite della prima serata l'archeologo Oscar Mei.
Oscar Mei è Professore Associato di Archeologia Classica all'Università degli Studi di Urbino Carlo Bo responsabile degli scavi di " Forum Semproni con un incontro dal titolo " Archeologia a Gaifa e dintorni: Canavaccio e Calmazzo in età romana". L’archeologia è lo studio scientifico delle antiche civiltà attraverso le tracce ritrovate che sono “fondi dirette” delle rispettive culture. Il compito dell’archeologo è di decifrare questi elementi restituendo una preziosa lettura del passato. Questa disciplina per sua natura ha dovuto da sempre confrontarsi e a volte scontrarsi con il presente perché quasi sempre gli insediamenti contemporanei si sovrappongono alle antiche testimonianze.

_______________
Per ulteriori informazioni:
Circolo Culturale Pieve di Gaifa - Via Pieve di Gaifa, 24 Canavaccio di Urbino
Tel.: 3485182145
Mail: pievesantostefano@libero.it
Sito internet: www.pievedigaifa.it


   

da Organizzatori





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-06-2024 alle 16:43 sul giornale del 09 giugno 2024 - 192 letture

In questo articolo si parla di cultura, urbino, canavaccio, Organizzatori, Canavaccio di Urbino, comunicato stampa, santo stefano di gaifa, pieve di santo stefano di gaifa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/e8cG





logoEV
logoEV
qrcode