...

La tutela del Made in Marche e uno snellimento delle procedure burocratiche tra le richieste più sentite dell’agricoltura elencate dalla presidente di Coldiretti Marche, Maria Letizia Gardoni, al candidato governatore per il centrodestra Francesco Acquaroli, incontrato questa mattina ad Ancona al centro congressi dell’Accademia di Babele, insieme alla presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, nella nostra regione per la chiusura della campagna elettorale.


...

Per vincere il terremoto e dare un futuro alla seconda generazione, due famiglie si sono messe insieme e hanno messo in piedi una filiera del salume che va dall’allevamento alla vendita diretta passando per la coltivazione di cereali per l’alimentazione degli animali. Intanto in mare c’è un peschereccio che nel solcare il mare lo ripulisce dalla plastica per proteggere l’habitat marino.









...

Il 5,2% dei marchigiani ha difficoltà di accesso a servizi come, ad esempio, quelli dedicati all’infanzia o agli anziani. Tant’è che mentre, in generale, quasi 9 italiani su 10 (89%) sognano l’agricolonia per i propri figli, solo il 16% dei bambini fino a due anni di età usufruisce del nido. Servizi presenti, per altro, solo nella metà dei Comuni marchigiani lasciando sguarnite intere aree, soprattutto nell’entroterra.


...

Oltre 13mila operatori, un ettaro su 5 dedicato al biologico e due denominazione di origine a sottolineare l’alta qualità del prodotto. Stiamo parlando dell’olio extravergine di oliva marchigiano il cui rilancio è stato al centro del dibattito assembleare dell’Aprol Marche, l’associazione che riunisce i produttori olivicoli marchigiani legati a Coldiretti.














...

Oltre 2,4 milioni di turisti e più di 10 milioni di presenze. Numeri dell’Osservatorio regionale del turismo che dipingono le Marche dello scorso anno e sui quali pesa la situazione sanitaria internazionale nonostante la riapertura delle frontiere nazionali senza bisogno di quarantena ai cittadini europei a partire dal 3 giugno mentre occorrerà attendere il 15 giugno per quelli che giungono da fuori dei confini comunitari.



...

Dove non arriva la grandine ci pensano i cinghiali. Nelle campagne marchigiane la situazione relativa ai danni da ungulati è sempre più drammatica e oltre ai danni del maltempo, che ha letteralmente distrutto intere coltivazioni di frutta, ortaggi, vigneti e cereali nella notte tra 20 e 21 maggio, si aggiungono le ininterrotte incursioni degli animali selvatici a terminare di rovinare i raccolti.


...

Continua a cresce il numero del apicoltori delle Marche e, soprattutto, la percentuale di quanti commercializzano il prodotto del lavorio incessante delle api. E non mancano già i primi raccolti con il millefiori primaverile che registra rese di 10 chili per alveare (il doppio rispetto allo scorso anno) mentre ciliegio e acero viaggiano su 5 chili per alveare.


...

Oltre 600 controlli sulla filiera marchigiana a difesa dell’agroalimentare genuino e di qualità nei mesi del Coronavirus. L’emergenza sanitaria non ha fermato il lavoro nelle campagne e nemmeno quello dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi che ha continuato l’opera di tutela dei consumatori e delle aziende che puntano sulle eccellenze e sulla distintività del cibo locale.





...

Senza possibilità di riaprire, con un mare di prenotazioni disdette e senza la prospettiva di vedere turisti, né di poter attivare i propri servizi di agricoltura sociale. Stiamo parlando degli agriturismi e delle fattorie didattiche, attività che rischiano di subire danni gravissimi e che nella nostra regione contano un migliaio di realtà con 12mila posti letto e 500 piazzole di sosta per camper.




...

L’emergenza aguzza l’ingegno. E come per l’agricoltura che non si è fermata, nemmeno le idee dei giovani protagonisti delle campagne si sono arrestate. Ecco dunque che per l’edizione 2020 degli Oscar Green, il concorso che ogni anno premia i giovani con la capacità di coniugare tradizione e innovazione in campagna, le iscrizioni sono aperte e, per via dell’emergenza Coronavirus, sono state prorogate fino al 30 maggio.


...

Ancora cinghiali. Stavolta fotografati in zona Ripa Bianca a Jesi mentre banchettavano su campi di cece facendo incetta di germogli. Immagini che sono l’emblema di quanto avviene da nord a sud della regione con i contadini a dover fare i conti non soltanto con l’emergenza sanitaria ma anche con il montare incontrollato di una problematica già cronica.