...

Le esportazioni nella manifattura perdono il 12% nelle Marche e si fermano a 10 miliardi e 800 milioni di euro. Il saldo tra il 2019 e il 2020 è pesante ma meno grave di quanto ci si potesse attendere visto il fermo di molte attività produttive a causa del lockdown. In provincia di Pesaro e Urbino le esportazioni della manifattura subiscono una contrazione che si attesta complessivamente sulle stesse percentuali.


...

Internazionalizzazione e commercio con l’estero. Una voce importante per l’economia della nostra provincia, soprattutto nel settore della meccanica e del mobile. In decenni la manifattura del nostro distretto è cresciuta, è aumentata offrendo alle attività crescenti opportunità di sviluppo verso tutto il mondo. Da Oriente a Occidente, il made in Italy e le manifatture del territorio hanno conosciuto momenti di progressiva espansione rallentati solo nell’ultimo anno dal Covid e dall’esplosione della pandemia.


...

Si terrà alle ore 16 di venerdì 30 aprile un nuovo incontro organizzato da Banca d’Italia e Università di Urbino Carlo Bo nell’ambito del corso interdisciplinare a carattere divulgativo sul tema “Moneta e pagamenti: storia, regole, digitalizzazione, tutela” rivolto a tutti coloro che desiderano tutelarsi e conoscere il sistema della moneta e dei pagamenti.


...

Trasporto merci e turismo. Su questi due fronti secondo la CNA deve innestarsi una nuova politica infrastrutturale che porti la provincia di Pesaro e Urbino a non essere più considerata la Cenerentola delle Marche: ultima nei collegamenti tra vallate e in quelli tra regioni; ultima nei tempi di percorrenza; ultima negli investimenti, ultima nei collegamenti della banda larga.



...

“Lavorare in sicurezza è il principio al quale si sono ispirate in tutti questi mesi le imprese della ristorazione che hanno investito per garantire le condizioni di tutela della salute, fornendo anche indicazioni, nel confronto con il Governo e le autorità sanitarie, per rafforzare le già severe cautele per la prevenzione del rischio. Le decisioni assunte dal Governo per le riaperture non sembrano aver recepito questo nostro impegno”.


...

Si terrà venerdì 23 aprile un nuovo incontro organizzato da Banca d’Italia e Università di Urbino Carlo Bo nell’ambito del corso interdisciplinare a carattere divulgativo sul tema “Moneta e pagamenti: storia, regole, digitalizzazione, tutela” rivolto a tutti coloro che desiderano tutelarsi e conoscere il sistema della moneta e dei pagamenti.


...

Dare impulso alla campagna vaccinale per consentire una rapida riapertura delle attività produttive, in forte sofferenza anche nel territorio del Montefeltro: questa la priorità indicata da Confartigianato Urbino durante il Comitato Territoriale che si è tenuto alla presenza dei dirigenti dell’Associazione e delle autorità comunali del territorio, con cui è stato fatto il punto sulle questioni riguardanti le aree interne. Presente anche il sindaco di Cagli, Alberto Alessandri.


...

Sono 117 mila le prestazioni pensionistiche e assistenziali attualmente erogate dall’INPS nella provincia di Pesaro Urbino, e di queste oltre 60 mila sono le pensioni di vecchiaia (pari al 51,5% del totale), 9 mila sono le pensioni di invalidità (8,2%), 22 mila le pensioni ai superstiti (19,1%), quasi 4 mila le pensioni/assegni sociali (3,3%) e 21 mila sono le prestazioni a invalidi civili (17,9%).








...

Moda e wedding sono in ginocchio. La pandemia ha inferto un colpo durissimo ad uno dei comparti di punta della nostra economia. I dirigenti imprenditori di Confartigianato Marche della moda e del wedding guidati dal Presidente regionale Giuseppe Mazzarella hanno incontrato il Presidente della Regione Francesco Acquaroli, per rappresentare le problematiche di questi settori.




...

E ..se ci voleva il “governo dei migliori” per scrivere il pessimo “decreto sostegni”; se ci volevano “quelli bravi e competenti” per stabilire parametri per l’accesso ai contributi (fatturato e corrispettivi dell’anno 2020 inferiori almeno del 30% all’ammontare medio mensile dell’anno 2019) che consentiranno l’accesso ai ristori a …quasi nessuno;


...

Non siamo abituati a chiedere sostegno, ma questa volta è necessario. Ed il Decreto chiamato proprio "Sostegni", non è in alcun modo sufficiente. Sappiamo che è una misura dedicata a tutte le imprese italiane e non solo al nostro comparto ma ci aspettavamo molto di più. Il DL Sostegni approvato dal Governo non risolve nessun problema.


...

Ferro aumentato del 130% tra novembre 2020 e febbraio 2021; materie prima dell’edilizia lievitate mediamente del 30/40%. La denuncia della CNA di Pesaro e Urbino che per prima aveva sollevato il problema nei mesi scorsi, era più che fondata. Ora lo possiamo dire: Siamo di fronte ad un vero e proprio fenomeno speculativo che rischia di vanificare gli incentivi messi in campo per il Superbonus e l’ecobonus a rischio speculazione.




...

“Positiva l’inversione di tendenza sui Codici Ateco, si supera finalmente una metodologia non adeguata. Apprezziamo l’attenzione alle piccole imprese con la rimodulazione dell’intensità dei contributi e la rapidità promessa dell’erogazione”. Questo il giudizio espresso da Graziano Sabbatini Presidente di Confartigianato Imprese Ancona-Pesaro e Urbino, sul Dl Sostegni appena presentato dal Governo.


...

"Nonostante la performance negativa dell'export marchigiano la Meccanica rimane settore trainante dell'economia regionale per volume d'affari: circa 1 miliardo e 300 milioni, tre volte quello del comparto Mobile/Arredo".


...

Quattro imprese artigiane su cinque sono finite in profondo rosso nel 2020. Con picchi vicini alla totalità di imprese in perdita nei comparti che più hanno sofferto il confinamento, il distanziamento sociale, la drastica riduzione del commercio internazionale l’anno scorso. Un autentico “annus horribilis” per i micro imprenditori.


...

"Le Marche pagano i mesi di lockdown del 2020 con le aziende praticamente chiuse. Il dato negativo dell’export certifica una situazione chiara: tra i primi 10 distretti più colpiti a livello nazionale ben 4 erano delle Marche; in particolare sofferenza il calzaturiero: questa situazione ha avuto un impatto devastante sulle aziende produttrici di beni durevoli. Il -11,7% è, del resto, un dato medio visto che ingloba anche il risultato estremamente positivo del polo farmaceutico del Piceno".




...

Non solo quota 100 o Opzione donna. Per andare in pensione con qualche lustro di anticipo rispetto alla legge Fornero ci sono diverse ‘vie di accesso’, stabilite però con alcuni requisiti precisi e che riguardano particolari categorie. Una di queste - spiega la CNA - è l’Ape sociale, le cui domande per il 2021 vanno presentate (almeno nella prima tranche), entro il 31 marzo.


...

Imprese, negozi, bar, ristoranti. In molti hanno chiuso i battenti a causa di questa pandemia. Difficile ancora fare una stima, ma uno dei problemi che ha portato molte aziende a mollare è stata non tanto la chiusura delle attività per decreto quanto l’incombenza delle spese fisse, delle tasse e delle cartelle esattoriali.


...

Si parla tanto di start-up, di nuove imprese e di neo aziende meglio se condotte da giovani. Ci sono anche incentivi per farle decollare, per avviarle. Fondi nazionali, regionali a volte, come nel caso di Pesaro, agevolazioni tariffarie sui tributi comunali. Eppure il più grande nemico delle imprese, nuove e vecchie, rimane la burocrazia. Una sorta di moloch invincibile che sembra non conoscere crisi.



...

Il Covid pesa sulle imprese dei giovani ma il coraggio non viene meno neanche nell’annus horribilis della pandemia. Sono 11.149 le imprese giovanili attive al 31 dicembre 2020 nelle Marche ( dati Camera di Commercio, Infocamere), l’anno precedente erano 11.775. Si registrano cali generalizzati in tutti i settori, un trend negativo che accomuna gli ultimi 5 anni con un decremento delle imprese under 35 di oltre 3.000 aziende.