...

Si chiama “Preparati per competere”, il nuovo percorso formativo ideato da Confartigianato Imprese Ancona-Pesaro e Urbino in collaborazione con il Dipartimento di Management (DIMA) dell’Università Politecnica delle Marche e Live - Laboratorio degli Intangibles per il Valore Economico.


...

Da lunedì 17 ottobre l’Università di Urbino ospiterà la XXI edizione del Career Day, la tradizionale occasione di incontro fra il mondo della formazione accademica e quello del lavoro. Sono già 43 le aziende e 4 enti che hanno aderito alla manifestazione, più di 130 posizioni aperte, 23 presentazioni aziendali, 8 webinar in preparazione all'evento, seminari delle scuole, 4 eventi e workshop in presenza.










...

"Se le aziende non trovano lavoratori il problema non è il reddito di cittadinanza. Se le persone venissero considerate tali e inserite in un'organizzazione del lavoro non come elementi da cui trarre profitto, se avessero una soddisfazione economica e si permettesse loro di sentirsi parte di un progetto non andrebbero via: resterebbero e lavorerebbero bene e con soddisfazione".



...

Anche i dati del 2022 del Rapporto Almalaurea confermano l’alto tasso di occupazione per i laureati dell’Università di Urbino: dei 2.725 intervistati, 1563 di primo livello, 778 biennali e 374 a ciclo unico, un anno dopo la laurea il 76% di coloro che hanno scelto Uniurb per i loro studi ha un lavoro, rispetto a una media nazionale che si attesta al 74,6%.



...

È stato firmato nei giorni scorsi un importante accordo tra Confcommercio Pesaro e Urbino / Marche Nord (il Direttore Generale Amerigo Varotti assistito dalla Consulente Arianna Balestrieri), Filcams-CGIL (nella persona del Segretario regionale Barbara Lucchi), Fisascat-CISL (nella persona di Domenico Montillo, Segretario regionale) e Uiltucs-UIL (Fabrizio Bontà, Segretario regionale), per garantire flessibilità nel settore del Commercio nelle località a vocazione turistica.



...

A partire dal 27 maggio scatta l’obbligo di applicazione dei contratti collettivi nazionali di lavoro nei cantieri temporanei e mobili in cui si svolgono lavori finalizzati alla fruizione di bonus edilizi. Lo comunica CNA Costruzioni indicando che il nuovo obbligo si applica alle opere il cui importo risulti complessivamente superiore a 70mila euro e che si riferisce esclusivamente ai lavori edili.



...

“Confartigianato è pronta a dare battaglia per provare a far togliere questa ennesima stortura, che così come è stata approvata, prevede che per beneficiare dei bonus per lavori sopra i 516mila euro, ci si debba rivolgere ad imprese edili con la SOA, la certificazione fino ad oggi necessaria alle aziende per partecipare agli appalti pubblici superiori ai 150 mila euro”.



...

“L’emendamento al DL Crisi Ucraina approvato dal Parlamento esclude anche nel nostro territorio, migliaia di imprese dal mercato della riqualificazione edilizia che attualmente rappresenta in pratica l’unica opportunità di lavoro per il comparto e aumenta la burocrazia aggravando la gestione delle imprese”.








...

L’Aula Magna del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo ospita giovedì 28 aprile, dalle 10.30 alle 14.00, in modalità mista (on-line e in presenza) il Seminario di studi “Che genere di somministrazione: indagine conoscitiva sul lavoro somministrato in una prospettiva di genere nelle Province di Rimini, Ravenna e Reggio Emilia”.



...

L'Ente di Formazione Formaconf - Consorzio per la formazione e il lavoro, in partenariato con Websolute Spa, Confcommercio di Pesaro Urbino, Extrapola, Università di Camerino e l’IIS Raffello di Urbino promuove un nuovo corso IFTS volto a formare la figura professionale del Data Manager, un professionista in grado di inserirsi in un contesto aziendale per analizzare, organizzare e interpretare i dati che provengono dal mondo esterno oppure all’interno dell’azienda stessa, attuando strategie utili al business aziendale o per ottenere un vantaggio competitivo.




...

Crescono i precari e sempre più spesso si fugge dal posto di lavoro. Secondo i dati dell’Osservatorio sul precariato dell’INPS, elaborati dalla Cgil Marche, nel 2021 le aziende marchigiane hanno assunto 203.595 persone, il 24,6% in più rispetto allo stesso periodo 2020 (+40 mila circa) ma al contempo il 2,9% in meno rispetto al 2019. Dunque, non sono stati ancora raggiunti i livelli pre-pandemia.