...

La notizia apparsa sul Resto del Carlino lo scorso 17 Novembre, con la quale il Sindaco Gambini, annunciava il recupero delle periferie degradate, non ha lasciato indifferente il gruppo locale della Lega, il quale ha subito messo a punto una serie di idee, concretizzatesi in un progetto di “riqualificazione sociale” delle stesse aree periferiche degradate.





...

La sentenza del consiglio di Stato con la bocciatura dell’ampliamento della discarica di Cà Lucio, costituisce una vittoria e un riconoscimento degli argomenti del Comitato di residenti e di coloro che l’hanno appoggiato (M5Stelle, Legambiente, e Sinistra per Urbino che inserì la chiusura della discarica nel suo programma elettorale del 2014).


...

Grazie a Paolo Dini, Coordinatore di Sant’Angelo in Vado, la Lega è riuscita a dar voce anche al territorio di Borgo Pace grazie al banchetto svoltosi nella mattinata di domenica 2 Dicembre.







Edizioni Vivere
Accesso universale
Con il tuo username e la tua password puoi accedere e commentare su tutti i quotidiani "Vivere"!...
Edizioni Vivere
La tua opinione è importante
Su tutti gli articoli di questo giornale è possibile lasciare un commento. L'idea che tutti stanno...
...

Oltre settanta seggi, per la precisione settantadue, saranno disseminati in tutti i Comuni della provincia di Pesaro e Urbino nella giornata di domenica 2 dicembre, con possibilità di voto dalle ore 8 alle 21. Un ulteriore segnale, dopo la riuscitissima Festa provinciale dell’Unità di fine estate, dello stato di salute di cui gode il PD nelle Marche ed in particolare nella provincia pesarese.








...

Alla Lega Urbino e al suo Direttivo provinciale nella figura di Mirco Toccacieli non piace star con le mani in mano, per questo si sono subito attivati per dare il proprio contributo alla Cooperativa Sociale Francesca, che da oltre 25 anni offre la possibilità a ragazzi diversamente abili, ma con buone capacità manuali e di relazione, di essere inseriti in un contesto lavorativo idoneo e protetto.






...

Il 5 luglio 2018, in commissione urbanistica e lavori pubblici, il Sindaco Gambini ci mostrava con entusiasmo i progetti di riqualificazione di Ponte Armellina e di importanti lavori nella frazione di Canavaccio, con la certezza quasi matematica della loro realizzazione, grazie ai tanti soldi destinati ad Urbino dal bando periferie del precedente governo Renzi e Gentiloni.




...

Perché il Sindaco Gambini si indigna tanto sulla questione della "Città della Cultura 2033”, ciò di cui Ricci parla non è altro che una lettura oculata di che cosa possono fare le due città co-capoluogo di Provincia se finalmente riuscissero a lavorare assieme, non per il bene della singola città ma di un intero territorio.





...

Anche la manifestazione "Urbino Ottocento" si è appena conclusa tristemente, così com’era iniziata.


...

Il Partito Democratico di Urbino, complimentandosi con Giuseppe Paolini per l’elezione a nuovo Presidente della Provincia di Pesaro e Urbino, desidera manifestare la propria gratitudine a Daniele Tagliolini che ha gestito l’amministrazione provinciale in uno dei momenti di maggior difficoltà per l’ente, riconoscendogli il merito di essere riuscito a mantenerlo stabile ed efficace nel difficile periodo di transizione e di trasformazione.




...

Liberi e Uguali (LeU) e Sinistra per Urbino hanno dato seguito al preliminare incontro del 2 ottobre u.s. e si sono confrontati sulla situazione politica urbinate e sulla possibilità di costruire un nuovo progetto della Sinistra alternativa al Pd e alla coalizione promossa da Londei per sostenere la sua candidatura a sindaco.


...

La Lega di Salvini ha allestito sabato e domenica scorsa dei banchetti informativi rispettivamente vicino al Monumento di Raffaello e in Piazza della Repubblica, luoghi simbolo della città ducale per presentare anche il “cambiamento” che sta avvenendo sotto la guida di Luca Rovetta e gli altri esponenti del partito.


...

Da anni si assiste nella nostra città ad un calo demografico pesante. Soprattutto negli ultimi anni. Riteniamo sia utile chiedersi cosa fare per invertire questa tendenza. Non è quota 15.000 quello che ci preoccupa, ma l’impoverimento della città e del territorio, considerando che tutto questo si inserisce in un quadro difficile anche a livello provinciale e nazionale.