...

“L’ex assessore regionale Fabrizio Cesetti e compagni del gruppo consiliare PD continuano a pungolare con interviste ed interrogazioni l’assessore Saltamartini sulle criticità della sanità regionale mentre dovrebbero fare come in tv da Marzullo: si facciano una domanda e si diano la risposta. Sono loro gli unici colpevoli del caos in cui versa la sanità marchigiana per mancanza di medici, infermieri, posti letto ed interi presidi ospedalieri. Un caos noto da anni che la pandemia ha solo acuito”.






...

Quasi un anno fa, intorno al mese di aprile dello scorso anno come PD e Viva Urbino ci chiedevamo se fosse esistito un piano presentato e condiviso dalla dirigenza sanitaria locale e regionale, su come dovevano essere gestiti in futuro i malati Covid, che giungendo al pronto soccorso di Urbino, dovevano permanere all’interno dell’ospedale non trovando strutture che potessero accoglierli, senza che questo avesse dato luogo a contagi diffusi all'interno alla struttura stessa.


...

"La situazione dell’ospedale di Urbino mi pare purtroppo sfuggita di mano. Sono state chiuse le degenze di Cardiologia e Rianimazione a causa del contagio di 13 operatori sanitari in Cardiologia e 9 in Rianimazione e sono stati sospesi gli interventi operatori programmati. Risultano anche ricoverate 15 persone con positività Covid accertata".


...

Francesca Brugnettini de “ I Moderati per Urbino” constata con soddisfazione che la proposta di “evitare lo spreco alimentare” attingendo alle iniziative che in altre parti del Paese stanno facendo con l’App “TOO GOOD TO GO” è stata condivisa dai sindacati CISL e CGIL e anche dall’Assessore Foschi; dispiace solo che nelle sue repliche l’Assessore abbia usato due pesi e due misure: in quella alla nostra nota del 4 gennaio ha divagato, mentre in quella in risposta ai sindacati è stata sul tema.



...

Periodicamente sui quotidiani si torna a parlare della ferrovia Fano-Urbino e del suo ripristino. Una tratta chiusa al traffico 43 anni fa, nel 1987, e che è rimasta sostanzialmente integra tanto nel percorso che nelle gallerie, nei viadotti, nei ponti ecc.



...

Perché gettare cibo invece di svenderlo o darlo a chi ne ha bisogno? Durante le festività natalizie ad Urbino, proprio quando tutti sono“più buoni”, i cassonetti si riempiono di alimenti ancora “freschi”. Non è solo questione di buoni e cattivi perché le iniziative virtuose non dovrebbero esser affidate solo ai singoli esercizi commerciali o al volontariato.