...

In occasione della “edizione zero” della manifestazione “Inno al tartufo” svoltasi il 23 e 24 novembre a Cagli per iniziativa del Comune di Cagli e la collaborazione della Confcommercio di Pesaro, si è svolto un interessante Convegno per la realizzazione della “Strada del tartufo delle Marche”.


...

Finale all’insegna della solidarietà per la 56^ Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato delle Marche di Sant’Angelo in Vado che dopo tre week end spettacolari si avvia verso la chiusura, non prima però di aver lasciato al territorio un segno tangibile della riuscita dell’edizione 2019 della mostra.


...

“I tartufi rappresentano una tipicità del Made in Italy agroalimentare molto apprezzata in Italia e all’estero, le cui elevate caratteristiche qualitative sono strettamente collegate alle peculiarità ambientali, alla cultura e alle tradizioni rurali del nostro Paese; i tartufi sono prodotti della terra che hanno anche una rilevante funzione ecosistemica, in quanto rappresentano dei formidabili indicatori biologici che forniscono indicazioni fondamentali sullo stato di salute dell’ambiente”.



...

Alcuni sono degli habitué di Sant’Angelo in Vado, per altri sarà la prima volta. Per tutti l’accoglienza sarà calorosa così come calorosa è questa terra dalla quale crescere rigoglioso il tartufo, il cui profumo attira ogni anno personaggi importanti che poi, affascinati da questo luogo, ritornano non di rado perché di certi luoghi è facile innamorarsi.







...

“Non credevo davvero che ci fosse così tanta gente per il motoraduno. Sono rimasto felicemente sorpreso”. Così Manuel Poggiali, il due volte campione del mondo che oggi ha fatto tappa a Sant’Angelo in Vado, in occasione della Mostra del Tartufo e della 41esima edizione del motoraduno internazionale che ha regalato tante soddisfazioni agli organizzatori.


...

Venerdì sera erano 294 quelli registrati e oltre 600 quelli che hanno preso parte alla cena, tra cui Claudio, romano che non si perde un motoraduno dal 1980. Sabato, già all’ora di pranzo, erano un migliaio quelli iscritti e tanti altri che, pur non avendo formalizzato l’iscrizione, scorazzavano con i loro bolidi per il paese.



...

I sentieri che portano a Sant’Angelo in Vado e i tornanti che regalano scorci mozzafiato, sono l’habitat naturale per gli appassionati delle due ruote. Lo sanno bene da queste parti dove il primo “giro” compiuto alla vigilia degli anni 80 si è presto trasformato in un appuntamento fisso che centauri di tutta Europa segnano in rosso nel calendario con largo anticipo.


...

Oltre 4mila visualizzazioni e circa 100 condivisioni sui social. Una piazza gremita dall’inizio alla fine. Applausi scroscianti e sentiti e anche qualche occhio lucido. La video proiezione di sabato sera che ha tenuto a battesimo la 56^ Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato delle Marche di Sant’Angelo in Vado è stata una di quelle cose che difficilmente vadesi e turisti si scorderanno.


...

Musica e arte al centro della seconda giornata della 56^ Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato delle Marche di Sant’Angelo in Vado. L’emozionante spettacolo di videoproiezioni che farà questa sera da contorno al taglio del nastro, sarà riproposto domani, sempre intorno alle 19, quando tre facciate di altrettanti palazzi di Piazza Umberto I, tra cui quello del Municipio, si illumineranno con le immagini più rappresentative del borgo.


...

Una cerimonia d’apertura degna delle grandi occasioni e non potrebbe essere altrimenti vista l’importanza dell’evento. Sant’Angelo in vado è pronta per la 56^ Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato (12-13, 18-19-20, 26-27 ottobre, 2-3 novembre) con un taglio del nastro in notturna ma paradossalmente più luminoso che mai.


...

Il tartufo al centro di una tavola con sedute attorno oltre 20 persone. A Sant’Angelo in Vado si inizia ad entrare nel clima della 56^ Mostra Nazionale del Bianco Pregiato delle Marche e la marcia d’avvicinamento al taglio del nastro che avverrà sabato 12 ottobre alle 19 in notturna (con gioco di luci e videoproiezioni) sarà proprio una tavola rotonda fortemente voluta dall’amministrazione comunale e dall’Università degli studi Carlo Bo di Urbino - Dipartimento Economia, Società, Politica.


...

Tre giorni da record. La 37^ edizione della Mostra Mercato del Tartufo – Alogastronomia ha prodotto numeri mai visti. Ad Apecchio, lo scorso weekend lungo, sono passate molte migliaia di persone tra cittadini, turisti, autorità, ospiti. Tantissimi curiosi si sono aggirati tra gli stand e hanno pasteggiato a base di tartufo e birra tra le dodici Cantine Osterie.



...

Profumato di bosco, selvaggio, afrodisiaco, legato all’esoterismo, si cerca di notte e secondo la leggenda è nato da un incontro d’amore: un fulmine divino penetrato nelle viscere della Madre Terra. Attraverso l’olfatto, il tartufo da sempre seduce e scatena emozioni, come simbolo dell’eros e protagonista non solo della cucina ma dell’arte, della letteratura, della scienza.










...

Primo piano sul futuro della tartuficoltura italiana e sui nuovi modelli di business a disposizione degli agricoltori marchigiani nel convegno “Truffleland: coltiviamo il futuro. E se la svolta della tua vita fosse iniziare a coltivare i tartufi?”, in programma sabato 6 aprile alle ore 10:00 a Urbania presso Villa Barconcello, Località Santa Cecilia.


...

Approvata all'unanimità dalla Seconda Commissione Consiliare delle Marche la proposta di legge di Federico Talè volta all'istituzione del 'Tavolo permanente di filiera sul tartufo' che avrà il compito di sostenere le azioni di promozione e valorizzazione delle attività legate al patrimonio tartufigeno, dettando una strategia regionale.




...

La musica della banda Città di Fossombrone, le note del duo jazz Jack&Fofo e l’animazione di Radio Esmeralda, il tutto riscaldati da un bellissimo sole primaverile e dall’inebriante profumo di tartufo che pian piano si espandeva il tutto il paese, complice anche il vento che ha accompagnato i visitatori per tutto il week end.



...

È il primo regalo della stagione e non ha assolutamente nulla da invidiare ai suoi due parenti più noti. È definito “rustico” in quanto ha un prezzo più accessibile rispetto al bianco o al nero pregiato ma questo non ne pregiudica la qualità in quanto è in grado di rendere speciale anche la ricetta più semplice con il suo aroma caratteristico capace di insaporire anche l'insalata o il brodo più casereccio, anche se la pietanza con cui si sposa meglio sono le tagliatelle.


...

Ambiente, tradizione, arte, storia e tartufo, in ogni stagione e in ogni periodo dell’anno. Parte da Milano la promozione per il 2019 di Sant’Angelo in Vado che sarà nella capitale meneghina lunedì 11 e martedì 12 febbraio nello stand della Regione Marche all’interno della Bit, la Borsa Internazionale del Turismo, vetrina importante per i maggiori esperti di turismo, agenzie viaggi, tour operator e buyer provenienti da tutto il mondo.